Paolo Crepet

Home page | I miei libri | Pagina corrente: Ci vediamo domani
I miei libri

Ci vediamo domani

Ci vediamo domani
Acquista il libro onlineEdizioni BD, 2005

Quattro personaggi tormentati che si incrociano, raccontandoci le loro vite, dense di angosce, disperazioni e solitudini. Quattro storie che si sfiorano per poi allontanarsi inesorabilmente, fino alla resa emotiva.
In una città qualsiasi, in una notte qualsiasi che può essere anche l'ultima.

Prefazione 
Mai avrei creduto di arrivare a vedere realizzata un'avventura del genere! Perchè quando scrivo, di solito, penso a un lettoreche mi leggerà...
... questa volta le cose sono andate diversamente... è arrivata la provocazione di NED: è uscito questo libro. Le mie parole, i suoi disegni. Senza contaminazioni tra noi, senza accorgimenti, semplicemente un senso di empatia che ci fa comunicare senza parole.."
▾ Commenti (10)
Postato da Caterina, 36 anni

Appena ho aperto il libro mi sono detta "oh che particolare questo libro" che dire non sono un'appassionata di fumetti,amo la parola scritta ed ho trovato suggestivo questo libro nell'unione del tratto della matita e della penna.Nei momenti tragici il disegno rendeva alla perfezione il senso della disperazione.Molto originale ma,sono sincera,mi ha emozionata meno degli altri.

Postato da uccio70, 36 anni

grazie, sto leggendo il suo libro sull'amore e mi sta picendouna cifra!!!pero mi e venuta alla mente una cosa -il cuore e la mente che ruolo hanno nell'innamoramento-sa una volta al costanzo c'era una signora che raccontava delle belle poesie e ame piacquero quasi tutte--però come si possono fare proprie delle cose belle altrui-o meglio la bellezza la purezza possono giovare all'amore

Postato da Chiara, 24 anni

Ho appena concluso la lettura di questo libro fumetto. Ne sono rimasta affascinata. Al di là delle storie tragicamente intriganti voglio complimentarmi con Ned Bajalica che con la struttura della sceneggiatura e i fantastici disegni ha saputo trasmettermi emozioni davvero uniche...grazie.

Postato da Alessandra, 28 anni

Finalmente qualcosa di nuovo ed originale, che cattura l'interesse del lettore dalla prima all'ultima pagina. I complimenti più sinceri!

Postato da FRANCESCA, 41 anni

La notte,il buio, il silenzio; ....il silenzio interotto da un terribile schianto, ...il silenzio interotto da flebili battiti,...il buio dell'incomunicabilità,...il buio di false relazioni,; la notte come trade-union per tanti protagonisti che la maestria di un disegnatore affida alla penombra, quasi a voler rendere irreale il loro triste destino; che la luce del giorno possa dissolvere a loro angosciosa esistenza.

Postato da matteo, 26 anni

le tavole e il testo sono molto suggestivi... complimenti per la scelta del tema affrontato, estremamente delicato e attuale. davvero un OTTIMO LAVORO...
indovinatissima anche la formula del " libro-fumetto", molto immediata e comunicativa!!!

Postato da Sebastiano Rainò, 41 anni

Mi è piaciuta la soluzione di non distogliere l'attenzione dalla madre di Sara, pagina 30/33 (c'era anche un'altra segenza ma non ricordo le pg): alternare le inquadrature con il medico avrebbe tolto patos alla situazione.
I disegni sono un pò semplificati ma appropiati: un disegno più realistico avrebbe distratto il lettore dalla storia; anche la spigolasità delle figure contribuisce a "urtare" il lettore graffiandone l'animo.
Azzeccate le inquadrature sulla città: i palazzi che vanno ognuno per conto proprio senza un comune punto di fuga danno l'idea di una città caotica e invivibile... come lo sono nella realtà.
Sapiente alternanza delle storie che si fondono in un tuttuno; il bianco/nero immerge in uno stato d'animo empatico che ci fa vivere in prima persona i drammi narrati.

Postato da Andrea, 34 anni

Complimenti, il fatto di disegnare argormenti così difficili rende la lettura meno pesante.

Postato da Andrea, 25 anni

colpisce diretto e ti trasposta nel fiume di emozioni che produce la sua narrazione. tratto stupendo che contribuisce a coinvolgerti. i personaggi sono ben caratterizzati e molto reali per quanto anche molto tristi...

Postato da Fabrizio, 21 anni

Cosa dire riguardo ad un libro del genere? Che è bello? Non mi viene in mente un commento più futile...quel che conta dire è che è un concentrato di emozioni, denso e potente.Vibrante.
Il lavoro di Ned è formidabile, la sintesi del suo segno è esatta. La sua narrazione sofisticata ed impeccabile: da essa trasuda un amore sconfinato per il media del fumetto ed in generale per il raccontare. Ned porta sulle sue spalle con grande forza, fierezza e soprattutto responsabilità l'eredità di grandi maestri come Eisner, Milazzo, Jacovitti, Watterson e tanti altri.
Il lavoro di due grandi autori, una fusione Felice...un esempio di ottima Letteratura.

Inserisci il tuo commento
Nome
Età (Solo numeri)
Commento
Codice CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine
© 2017 - Paolo Crepet - P.Iva 09729590589
Sito realizzato da Punto Triplo Srl e Rizomedia Srl - Photo © Leonardo Céndamo