Paolo Crepet

Home page | I miei libri | Pagina corrente: Sull'Amore
I miei libri

Sull'Amore

Sull
Acquista il libro onlineEinaudi, 2006

Amore come occasione per accorgersi dell'altro, come crescita, riappropriazione della coscienza di sé, del proprio corpo, dei propri sensi, della libertà di pensare e sentire a modo proprio.

Prefazione 
Una delle tante autostrade che escono dall'area metropolitana di Londra verso nord. Il traffico scorre lento, il sole tramonta tardi come tutte le sere inglesi: un'estate che si prolunga tra piovaschi e sole tiepido, crudele.
Ascoltavo un canale della Bbc, musica classica. Quando ormai si era fatto completamente buio -non ricordo che ora poteva essere stata- la musica s'interrompe per lasciare spazio ad una trasmissione d'intrattenimento condotta da una voce femminile un po' roca che sapeva di gioventù ben trascorsa.
Risponde a telefonate in diretta, argomento: l'amore. Cerco di prestare attenzione, m'incuriosisce individuare eventuali differenze tra il nostro e il loro modo di affrontare un argomento tanto abusato. Un signore telefona e racconta di quant'è difficile per lui parlare d'innamoramento con il nipote, appena adolescente. Dice: “che ne può sapere lui dell'amore che è ancora un ragazzino e non sa nulla della vita…”. La donna replica, pronta: “ma lei è proprio sicuro che bisogna essere maturi per sapere che cos'è l'amore e poi noi, che la vita dovremmo conoscerla almeno un po', dell'amore sappiamo davvero tutto, possiamo istruire un giovane ad amare con più sicurezza e serenità?”.
La discussione radiofonica va avanti per un po', la seguo a tratti, sono già sulle strade non lontano da Oxford, un bagliore di luna illumina i prati tutt'attorno e imbrunisce le ombre delle immense querce che li delimitano. Penso a quelle apparenti ovvietà che avrebbero fatto discutere le radio di mezzo mondo. Mi chiedo se davvero sia così tutto ovvio? E se l'amore semplicemente non rappresentasse l'argomento più difficile da discutere ma anche il più urgente?
L'idea di scrivere un libro sull'amore –ben conscio del rischio di banalizzazione che esso comporta data la pletora di pubblicazioni che ogni anno affollano gli scaffali delle librerie- nasce da questa semplice sensazione.
Per secoli abbiamo fatto di tutto pur di non vivere d'amore. Abbiamo lasciato questa scelta ai santi e ai folli, ai poeti e agli utopisti proprio per arrivare a dirci –consolandoci- che non è tema così importante per comuni cittadini. Prima deve venire il lavoro, il denaro, il potere, la guerra e la pace, l'economia e la politica, la famiglia e lo Stato, l'individuo e la collettività. Abbiamo pensato che perfino la felicità potesse essere vissuta senza amore.
Così si progettano e costruiscono esistenze appoggiate sulle palafitte fragili dell'analfabetismo affettivo. Disegnate città, previsto lavori, organizzato quotidianità che potessero prevedere vite emotivamente superficiali. Ci siamo perfino dimenticati di'insegnare ai nostri figli a comunicare –nel senso empatico del termine- convinti che sarebbe bastata l'invasione tecnologica e telematica a garantire ognuno di non essere più solo.
Abbiamo parlato per decenni di alienazione, poi l'abbiamo organizzata in ogni posto di lavoro e in molte case, ed ora ci inorgogliamo all'idea che immensi territori orientali siano il teatro di una gigantesca transizione dalla lentezza dei campi alla follia delle fabbriche di grattacieli. Siamo riusciti ad affogare nel fare, il pragmatismo si diffonde come icona dell'efficienza e della subalternità globale: così riusciamo a non pensare se non alla produzione di cose, mai d'idee.
L'amore dunque come rivoluzione, come grimaldello capace di sovvertire un equilibrio anestetizzato di menti e libertà. L'amore come esercizio spirituale, come ginnastica di amor proprio, come fucina di dignità. L'amore come allegoria del tempo necessario ad accorgerci che stiamo vivendo, non sopravvivendo. L'amore come metafora irrinunciabile del bello e del puro.
Amore come occasione per accorgersi dell'altro, come crescita, riappropriazione della coscienza di sé, del proprio corpo, dei propri sensi, della libertà di pensare e sentire a modo proprio.

Cosa c'è di più strategico dell'amore?
Come potrebbe un politico pretendere di guidare una nazione se non sa amare? Come potrebbe un industriale pretendere di guidare mille dipendenti se non conosce il senso della passione dei sentimenti? Eppure la storia è lastricata di leader cinici e di manager emotivamente irrisolti, così come la maggioranza di noi. Ecco perché, di fronte alla più profonda crisi dell'occidente, non sappiamo far altro che replicare le scelte del passato: facciamo crescere la concorrenzialità, la violenza, l'indifferenza per l'altro, la più cinica delle ambizioni. Sappiamo distruggere per poi ricostruire, uccidere per poi perdonare, tradire per poi chieder scusa.
E se la soluzione partisse dall'homo emotivo, non più da quello laboriosus? E se fosse venuto il tempo di prendere e dare delle lezioni d'amore? Se il vero frutto di un'acquisita modernità corrispondesse con il concedersi il tempo, la voglia, il coraggio d'innamorarsi?
▾ Commenti (242)
Postato da Cristina, 41 anni

Uno splendido testo che mette in luce il concetto dell'autenticità relazionale, la differenza dei rapporti sani, basati sulla reciprocità e condivisione, riapetto a quelli coodipendenti basati sul bisogno, amori tossici. Un testo che fa vibrare le corde del proprio ego, il mettersi in discussione assumendosi le responsabilità dei propri e altrui fallimenti relazionali. Il coraggio e la maturità di difendere la cosa più importante, (La propria dignità e integrità morale) . Un sentito grazie al mio adorato Crepet.

Postato da Federica, 40 anni

Eccomi qua a rileggere ancora una volta questo libro, comprato nel 2008 e sempre al mio fianco nei momenti difficili. Tutte cose vere e che in realtà tutti sappiamo ma che non abbiamo il coraggio di guardare in faccia. Leggerlo fa avvicinare alla parte sana di se stessi, aiuta con dolore a saper guardare in faccia la realtà e a trovare il coraggio di uscire da certe spirali di dolore in cui spesso finiamo. O per lo meno in cui io spesso finisco. Mentre leggo il dolore si assopisce....ma una volta divorato il libro rimaniamo soli con noi stessi e sta a noi trovare il coraggio di affrontare il dolore lancinante. Grazie per averci dato, con questo libro, uno spiraglio di luce in fondo al tunnel della disperazione.

Postato da Michela, 19 anni

Nel momento in cui leggevo mi sembrava di poter udire la voce di Crepet, calda, rassicurante, a tratti come quella di un padre. è psicologo, scrittore, e poeta. Libro divorato ...ogni frase sembrava mi rispecchiasse , è scritto con semplicitá ma mai con banalità ...consiglio vivamente la lettura a persone di ogni età, sesso e origine perchè siamo stati,siamo e saremo tutti uomini innamorati, gelosi, in preda all'eros e all'abbandono.

Postato da Alessandro Ficara, 54 anni

Cosa penso???? semplicemente un capolavoro di psicologia,lo ho riletto dopo qualche anno, ed è sempre una novita' scoprire i risvolti della vita, il grande Crepet analizza con dovizia di particolari le dinamiche di un sentimento sempre nuovo, mutevole. Insomma leggetelo e regalatelo io.... lo ho regalato dopo qualche anno a mia figlia che viveva il suo primo amore e mi ha detto.... grazie papà...il piu bel libro che mi hai regalato. Non vi basta???

Postato da Consuelo, 41 anni

Cosa penso di questo libro? Un tormento!!!E' da piu' di un anno che l'ho letto e non riesco a metterlo insieme agli altri sulla libreria...E' l'unico libro di questo autore che mi ha impulsivamente spinta a sottolinearne le frasi che piu' mi hanno colpito...come ad un esame universitario...non necessariamente pensieri che condivido o frasi che mi sono piaciute, quelle che mi hanno fatto riflettere, emozionare, stupire e demoralizzare...Ogni tanto riprendo in mano il libro e lo sposto da un'altra parte, dopo un po' lo riprendo, lo sfoglio, rileggo un passo sottolineato e mi ritorna la stessa sensazione della prima volta...Io non so cosa sia l'amore, non perchè non l'abbia mai provato, ma perchè ho provato il mio, che è sicuramente diverso da quello di tutti gli altri; conosco quello che sento io per tutto quello che amo, non so se sia quello giusto, ma so solo che è qualcosa di straordinario

Postato da gabriella, 40 anni

strepitoso

Postato da francesca mandalari, 46 anni

Splendido libro ,un compendio di indicazioni basilari per vivere ed educare la nuove generazioni all'impotannza del "sentire"Oggi più che mai andrebbe divulgato nelle scuole.

Postato da maria rosaria, 49 anni

libro interessante, concetti chiari e cristallini, consiglerei a tutti di leggere.

Postato da Carlotta, 31 anni

leggevo la prefazione, che già mi suggerisce di fermarmi in libreria, domani, per leggere il resto. Ho vissuto lo scorso inverno un'esperienza che noin dimenticherò: un amore lontano, io a Londra lui a San Francisco. Ci siamo fatti compagnia, ci siamo cercati e ci siamo innamorati, come solo era possibile, in chat, nel silenzio di lunghe ore trascorse a progettare un percorso comune. La paura di sbagliare, il suo cinismo che l'ha fatto dubitare si trattasse di un'emozione vera, molta sfortuna non hanno permesso ci fosse un seguito. Io ci ho creduto, fino in fondo, ma non è bastato. Col tempo forse capirò...

Postato da veronica, 30 anni

il più semplice, coinvolgente, profondo e commovente saggio sull' Amore che abbia mai letto.

Postato da Elena, 20 anni

Ho letto questo libro dopo aver lasciato il ragazzo di cui pensavo di essere stata innamorata. Mi ha aperto gli occhi su tante cose, è stata una vera "terapia" e ho saputo dare una spiegazione a tante situazioni. Mentre leggevo il libro un sacco di amici criticavano la mia scelta di lettura....poche settimane dopo alcuni sono andati in libreria a comprarlo. Merita di essere letto, anche il più scettico dovrebbe farlo.

Postato da piero, 52 anni

quante cose si possono dire su questo argomento,quanto infinito e a tratti misterioso attraversare questo campo che tutti inevitabilmente e per fortuna affrontiamo.e lei ha la magia ad aiutare a farlo.se veramente fossimo più umili nell'accettarci così come siamo,con le nostre paure e le nostre debolezze forse saremo più forti e anche più tolleranti con noi stessi.grazie per aver scritto questo libro e dato la possibilità di leggerlo..!

Postato da ste, 22 anni

Sto leggendo questo libro e mi piace sempre di più, pagina dopo pagina......Fino ad oggi ho sempre sostenuto che nn mi piaceva leggere ma dopo questo libro le mie idee son cambiate.è un libro favoloso poichè esprime con un linguaggio semplice quei concetti che son dentro di noi pensando di conoscerli bene e invece non si sa altro che una piccola parte di quella esposta nel testo. é il primo libro di P.Crepet che leggo ma sicuramente leggerò anche gli altri.......

Postato da Simona, 35 anni

Un libro che ho voluto acquistare fortemente perche' cercavo risposte sull'amore, sui sentimenti , sulle emozioni .. l'ho letto attentamente, assaporando ogni pagina e riflettendo molto su ogni argomento. Un libro di facile lettura e comprensione adatto a chi vuole trovare risposte come me e credo come tutti gli altri lettori.

Postato da Elisabetta Manfucci, 37 anni

La scrittura sensuale dell'autore è giunta al mio cuore. E' il primo libro di Paolo che leggo e ne leggerò di sicuro altri. Mentre leggevo mi sono ritrovata in uno spazio vivo ed emozionale. Ho desiderato fin dal primo istante che l'autore si confrontasse con la narrativa. In questo sito ho scoperto che ciò ha già avuto luogo. Sono una scrittrice e scavo nel mondo delle emozioni. Scelgo Paolo come mio maestro.

Postato da Mara gaspari, 55 anni

L'amore visto anche sotto il profilo della responsabilità genitoriale nei confronti dei figli. Un concentrato di perle di saggezza..Mi è piaciuto tantissimo e l'ho consigliato a tute le persone che conosco. Non avevo mai letto unlibro di Crepet, che tra l'altro, ho visto qualche volta a Portonovo (An), molto bravo....incisivo, chiaro. Un libro che va letto.

Postato da nzha, 16 anni

e un libro che ti insegna ad amare in modo giusto

Postato da clara, 56 anni

ho le lacrime agli occhi...un'amica mi passò il libro in un momento della vita delicatissimo. depressione, attacchi di panico, analisi e scoperta di non aver mai amato mio marito, questo dopo 30 anni di matrimonio, 3 figli e un'esistenza priva di amore. leggo, rileggo, torno a leggere il libro. scopro l'amore online lo realizzo con tanti incontri frugali, non ho il coraggio dei sentimenti e ora sto lottando contro il silenzio che da soli 2 giorni è calato ....ho paura dell'abbandono, di dovermi rassegnare a vivere di nuovo senza amore, ho bisogno di aiuto

Postato da franco, 51 anni

molto interessante. da leggere. da consigliare a chi non sa che fare. vi sono esempi e situazioni. in ogni caso é utile per riflettere sui sentimenti.

Postato da Gianina, 24 anni

sono una voce fuori dal coro, come si affronta davvero la perdita di qualcuno? dove si devono indirizzare i pensieri? questo libro come tanti altri.. è troppo banale e dice cose troppo scontate, frasi fatte. l autostima e la dignita vanno di pari passo... mi dispiace paolo ma faccio davvero fatica ad appassionarmi a questo libro.

Postato da aurora, 28 anni

L'ho letto tutto d'un fiato, e me l'ha anche tolto...mi ha messo di fronte realtà di me che già conosco, ma che purtroppo non ho la forza di cambiare...sto dentro a un rapporto forse sbagliato, ma che cerco di vedere giusto a tutti i costi, perchè non ce la fo a reggere la solutidine di restare senza, e se lo perdo a quest'età potrei rovinare tutta la mia vita, iniziando un infinito peregrinare sentimentale da una persona all'altra, perchè fondamentalmente non so amare nessuno...gli uomini mi servono solo per un mio viscerale problema di dipendenza

Postato da Mario, 18 anni

E' il primo libro che ho letto in vita mia. L'ho divorato in 8 giorni Complimenti davvero a P. Crepet. Un capolavoro.

Postato da mariangela, 13 anni

sto leggendo questo libro perchè la mia amica me l'ha prestato e volevo semplicemente dire che è a dir poco stupendo.. complimenti!

Postato da Ilaria, 37 anni

Stupendo, pieno di grandi verita'...

Postato da GABRY, 37 anni

IL MIO PREFERITO

Postato da Doc Mario, 47 anni

Ho letto questo libro in un momento molto particolare della mia esistenza... Mi sto separando dopo oltre venti anni da mia moglie con 2 figli...e nello stesso tempo sono innamorato della Donna che la vita mi ha riportato incredibilmente indietro dal passato.... Perciò sono interessato da tutte le parti di questo libro...dalla parte sulla fine di un rapporto...a quella sull' innamoramento...e a quella sulla nuova vita che l' Amore ti ridona... E' un libro bellissimo ed intenso...capace di suscitare emozioni incredibili..di ridarti la certezza in te stesso e la fede nell' Amore che hai.....lo consiglio a tutti....separndi...innamorati..dubbiosi... e ringrazio Crepet di avercelo donato

Postato da MAURIZIO, 48 anni

PENSO CHE SIA UN LIBRO PER TUTTI UOMINI E DONNE E CHE POSSA FARCI RIFLETTERE IN QUANTO TROVIAMO QUALCOSA DI NOI GRAZIE PAOLO CREPET

Postato da margaret, 40 anni

incisivo, determinato, vero, entra nel centro del tema in maniera definitiva... e nn ne esce più.amore platonico... paolo... cosa ne pensi e dove trovo i tuoi pensieri?il non vissuto ammazza o tiene in vita?

Postato da maria matilde, 55 anni

Spero che questo libro mi stia riconciliando con me stessa e con l'amore...per me stessa!!!

Postato da Moni, 40 anni

Non ho letto il libro, mi piacerebbe, ma mi fa paura. Dai commenti dei lettori ho già capito di cosa si tratta ......... credo che affrontare la realtà sia come essere faticosamente partoriti una seconda volta .........un lungo e doloroso travaglio che porta a vedere di nuovo la luce per una seonda volta ........ ma la "umana pietas" per gli altri in tutto ciò può sopravvivere????? E' forse nostro umano diritto arrecare dolore agli altri????? No, credo di no! E' nostro diritto camminare gli uni accanto agli altri cercando di assaporare il presente e gli affetti. Buona giornata.

Postato da Stefania, 20 anni

Ho regalato questo libro al mio ex fidanzato..peccato che non si sia degnato neanche di leggerlo. Troverò prima o poi il VERO AMORE? Per il momento mi gusto questo splendido libro di Crepet

Postato da Francesco, 25 anni

Un libro di facile lettura; gli argomenti sono ben esposti con esempi che aiutano il lettore a specchiarsi in quanto letto. A chi sta cercando la ricetta pronta potrà sembrare un libro vuoto. é invece un libro che spinge alla riflessione e dà gli strumenti adatti per arrivare da soli alla propria soluzione, a cambiare cioè approccio con cui intendiamo l'amore. Lo consiglierei a tutte le persone, giovani e non più giovani in quanto il libro prende in esame un fenomeno universale

Postato da Alessandro, 50 anni

Ho letto questo ...Capolavoro circa due anni fa, ero " disperato" per un amore che ha messo in gioco tutta la mia vita, ha messo in ginocchio la mia esistenza, ed è ... Finito... Adesso, con gli occhi di persona piu matura e responsabile, rileggo quelle righe, quelle meravigliose riflessioni che tanto mi hanno aiutato... Complimenti Crepet, ancora bravo e... grazie per l'enorme aiuto che mi hai dato...

Postato da Alessandro Ficara, 50 anni

Ho letto questo ...Capolavoro circa due anni fa, ero " disperato" per un amore che ha messo in gioco tutta la mia vita, ha messo in ginocchio la mia esistenza, ed è ... Finito... Adesso, con gli occhi di persona piu matura e responsabile, rileggo quelle righe, quelle meravigliose riflessioni che tanto mi hanno aiutato... Complimenti Crepet, ancora bravo e... grazie per l'enorme aiuto che mi hai dato...

Postato da Adriana, 29 anni

Un libro da leggere 1,10,100, 1000 volte.Molto profondo e riflessivo. Questo libro mi ha permesso di guardarmi dentro, di analizzarmi. Direi un capolavoro che consiglierei a tutti di leggere. L'amore è alla base di tutti e ci fa sentire vivi..

Postato da Laura, 20 anni

Sto leggendo il libro in questo periodo... Ed ogni pagina è una continua scoperta. Mi aiuta a capire me stessa, la mia famiglia, e il mio fidanzato. Sto vivendo una storia d'amore splendida e tante cose che leggo in questo libro o mi rispecchiano o rispecchiano quanto cerco di raggiungere coi sentimenti. Molto, molto interessante... Grazie per queste parole!

Postato da serena, 43 anni

....comunque il libro è una conferma ad un mio pensiero, amore non è solo amore per qualcuno ma anche la passione che si percepisce quando ci innamoriamo di qualsiasi cosa ci piace fare............

Postato da serena, 43 anni

...la follia più grande è quella di non avere il coraggio di vivere l'amore...quando si hanno le occasioni non si ha il coraggio...quando si avrà il coraggio allora purtroppo non ci sarà più l'occasione.....l'amore è un'energia potente che ci rende capaci di fare cose impensabili ... Bellissimo libro!!!

Postato da Martina, 32 anni

Un libro bellissimo e profondo. L'ho acquistato con l'obiettivo di capire meglio i miei sentimenti dopo tanti amori sbagliati.

Postato da Benedetto, 17 anni

Non sono un grande lettore, ma dopo aver letto le prime pagine non mi sono fermato più. Stupendo!

Postato da Claudia, 36 anni

Non lo ho apprezzato stilisticamente poiché ho avuto a volte l'impressione di leggere ?frasi fatte?, ma sicuramente ne ho gustato i numerosi spunti di riflessione in esso contenuti.

Postato da Giulia, 18 anni

Credo che questo libro sia qualcosa di eccezzionale.... Mi ha emozionato molto nonostante non sia una grande lettrice...

Postato da alessandra, 40 anni

scritto molto bene, e i messaggi giungono dritti a destinazione, tanto da tenerlo come vademecum...

Postato da massimo Zanetti, 48 anni

E' un libro concreto che apre riflessioni su molti aspetti dell'amore. Consente di interrogarti, di porti dei dubbi e questo è un aspetto che aiuta il lettore a capire molte situazioni che albergano dentro alla sfera dell'amore e a quanto considero le derivate dell'amore stesso. Complimenti allo scrittore che rende chiaro e fruibile per tutti concetti che spesso sono anche complessi. Masimo Zanetti

Postato da dani, 1 anni

Credo sia arrivato il momento di affrontare il tema dell'omosessualità, anche di quella non risolta a causa dell'amore malato di certe madri. Farebbe bene ai giovani e a chi non ha mai avuto il coraggio di dirsi la verità fino in fondo...

Postato da Roberto, 25 anni

Offre molti spunti di riflessione!

Postato da Daniela, 44 anni

I figli sono come frecce:una volta scoccate non si possono fermare e non è detto che nella vita faranno centro. In amore meno che mai. Il coraggio dei sentimenti ognuno lo trova dove può, ma il coraggio di dire la verità negli adulti non lo si trova quasi mai. Oggi per avere credito come donna vissuta bisogna esibire un suv e un assegno di mantenimento. Non sono stata abbastanza furba da procacciarmi ne' l'uno ne' l'altro. Ma la mia immagine dell'amore ce l'ho tatuata in testa, in un dipinto ideale: una donna al centro di una stanza luminosa in cui sono disseminati tutti i simboli della femminilità, dalla grazia alla maternità; la donna sta cullando un litopedio. Come si fa a dipingere un litopedio? Quante volte si può abortire un amore prima di smarrire il senso della propria femminilità?

Postato da Gennaro, 26 anni

Un libro che mi ha aiutato a capire che le risposte alle scelte di ognuno di noi le conosciamo, le sentiamo, ma spesso siamo abnubilati da altri sentimenti come la pietà, la nostalgia, l'abitudine che nn ci aiutano a guardare il vero stato della realtà delle nostre passioni. Grazie, per avermi regalato un momento di "lucidità

Postato da marina, 40 anni

bellissimo, come l'autore.......

Postato da Simonetta, 60 anni

L'ho trovato bellissimo e pieno di spunti nuovi per affrontare la vita , o almeno quella che mi resta da vivere perchè alla mia eta' (ho sessanta anni)ritrovarmi sola e reinventarmi la vita non è stato e non è facile. Mi piace la leggerezza con cui è scritto pur trattando argomenti di un certo peso. Grazie Simonetta

Postato da nadia, 39 anni

il libro mi è stato regalato dal mio grande amore. L'ho letto con trasporto e attenzione.... tutto verissimo, ma quello che amo di più è proprio il modo in cui Crepet scrive, semplice, chiaro e veramente coinvolgente e passionale. Mi è piaciuto, lo rileggo spesso. In questo periodo ci passo tanto tempo, mi serve.. sono in un brutto momento. ma ho fiducia, passerà. vorrei che lui lo rileggesse con attenzione, per aiutarsi e farsi aiutare. oggi purtroppo in tanti hanno paura di amare e di farsi amare.... grazie perchè ci aiuti a fermarci un attimo e pensare.... e amare.... e credere

Postato da davide, 21 anni

Credo che sia uno dei libri più belli e utili degli ultimi tempi, nn solo x i ragazzi ma per chiunque in questa società materialista nn abbia il coraggio di amare o nn creda esista piu la magia di questo sentimento.Bravissimo Crepet ,risponde o per lo meno dà un senso a mille stati d'animi ke si attraversano in questa società. Concludo dicendo che leggere questolibro mi ha aiutato molto.

Postato da Paola Zenas, 56 anni

Un amore quanta parte di un altro amore può lavare via? L'illusione della fedeltà. Elias Canetti- La provincia dell'uomo.

Postato da STEFANIA, 45 anni

BELLISSSIMO. L'HO LETTO LO SOCORSO ANNO , LO RILEGGERO' ANCORA ! UN LIBRO CHE TI INSEGNA MOLTO ! E FA " BENE

Postato da Nikita, 43 anni

Sto rileggendo il libro che avevo preso in mano 2 anni fà e poi messo da parte una serie di motivi. Ora lo so leggendo con altri occhi con un'altra testa forse ci sono dei monenti nella vita in cui vedi realmente le cose come sono senza velature .IL libro è bellissimo empaticamente emozionante vero, reale riesce ad entrare nella tua interiorità facendoti rivivere emozioni forse .... dimenticate. Ma la cosa che mi è piaciuta maggiormente e che si parla dell'erotismo in maniera completa profonda quasi surreale che purtroppo in pochi conoscono .....Complimenti

Postato da antonio avellino, 18 anni

libro stupendo...fa pensare e capire tante cose...mi sono rivisto nella descizione dell'innamoramento...

Postato da Manuela, 34 anni

L'ho acquistato due anni fa tramite una rivista e non l'ho mai letto, ora in un periodo difficile mi è capitato tra le mani e .... leggendo riesco a vedere una nuova luce nella mia vita!

Postato da Carlotta, anni

Penso che è il libro più bello che abbia mai letto. Penso che ognuno di noi dovrebbe leggerlo, è una vera lezione di vita, è difficile spiegare cosa ti trasmette, ma è come un diario....in qualcosa ti ritrovi per forza o per amore, ed è proprio questo che mi lega profondamente a quello che per me è divenuto un oggetto prezioso. Grazie Paolo Crepet

Postato da laura, 28 anni

un vero capolavoro della psocologia. molto utile per tutte le coppie. lo consiglio!

Postato da virginia angela, 40 anni

HO LETTO IL LIBRO CIRCA UN ANNO FA'....HO AVVERTITO DA SUBITO CHE MI AVEVA CAMBIATA...MA ANCORA DI PIU' COME SE AVESSE SEMINATO QUALCOSA...E SOLO DOPO UN ANNO HA DATO I SUOI FRUTTI 'VISIBILI'...DOPO GRANDE LOGORIO MENTALE E PSICHICO HO CERCATO DI CONVINCERE MIO MARITO,IN MODO INTELLIGENTE E CONSAPEVOLE CHE LA NOSTRA STORIA ERA FINITA DA UN PEZZO E NESSUNO DEI DUE MERITIVA LA TRISTEZZA DELL'ALTRO ,E COSI' DANDOMI RAGIONE CI STIAMO SEPARANDO.... E ADESSOIL LIBRO E CON ME SEMPRE PERCHE SOLO COSI RIESCO A SUPERARE IL DISTACCO...,.CHE E' TREMENDO....AGISCE QUASI DA BEZODIAZEPINA E SOLO LEGGENDO CERCO DI CAPIRE CHE NON DEVE SUBENTRARE LA PIETA' PERCHE NON E' SANA E NON PORTA A NULLA.....GRAZIE PAOLO HAI TUTTA LA MIA STIMA

Postato da Andrea R, 30 anni

Un libro che mi hafatto capire, trovare risposte alle mie sensazioni. Potendo così, almeno dentro di me dare un nome o un significato a ciò che mi è accaduto e mi sta accadendo. Quando ti balzano agli occhi frasi che raccontano di emozioni e stati d'animo alle quali viene data una spiegazione e nelle quali talvolta mi sono rispecchiato, giuro, nel leggere alcuni passi mi sono venuti i brividi... Insomma un libro illuminante.

Postato da silvia, 38 anni

reduce da un tradimento subìto ho cercato qualcuno che mi spiegasse "perchè" era successo. perchè a me. e questo libro me l'ha spiegato.... non è facile ammettere con se stessi certe cose, anche per una persona forte come me. nelle pagine ho trovato comunque un altro tipo di forza, quella che viene dall'essere autentici e sinceri prima di tutto con se stessi. la consapevolezza ci libera sempre...

Postato da Elena, 18 anni

beh è un libro il cui contesto è molto importante x noi giovani , spiega come l'amore fa soffrire ma ne lo stesso tempo come nn puoi farne a meno. Questo è "l'opera" più significante e interessante ke lo scrittore abbia scritto. Complimenti

Postato da claudia, 28 anni

Da due o tre minuti ho terminao di leggere questo libro giornata calda rubo minuti a lavoro, al poco tempo libero, ovunque mi trovavo volevo e sapevo che tra le riche avrei letto un pò di me. Parla di ciò che abbiamo vissuto sentito o che vivremo perchè a volte ci convinciamo di cose utopistiche. cercherò di porre gli interrogativi suscitati al fine di poter dar risposta, o meglio di concretizzarla di aver coraggio di agire senza tacere. Il tempo questa variabile a volte andrebbe vista e letta, ponendo la coppia con variabili differenti sotto quale chiave di lettura o lente???

Postato da Irene, 23 anni

Bè io nn ho parole x descrivere questo capolavoro! l'ho letto già due volte e l'ho fatto comprare a dei miei amici che .... hanno bisogno di leggerlo... l'ho comprato circa un'anno e mezzo fa,appena lasciata da una relazione bella tosta,e ora l'ho riletto e devo dire che m'è piaciuto ancora di più! mi fà capire,pensare e forse anche cambiare..... lo dedico a una persona in particolare visto che ha troppa paura d'amare.... grazie Paolo sei un grande!

Postato da Annalisa, 22 anni

il libro è veramente utile a capire quanti tipi di personalità con le proprie paure esistono al mondo...anche io mi ci sono rispecchiata in alcuni casi. Mi piacerebbe poterlo far leggere anche al mio ex ragazzo...così che i nostri problemi magari sparissero..

Postato da simo, 21 anni

Mi sono avvicinata al libro per caso..l'aveva preso una cara amica...ne avevo sentito parlare da lei con toni così entusuasti che mi aveva incuriosito...poi però leggendolo mi sono meravigliata...è bellissimo, è profondo, è qualcosa di autentico e brillante...si legge d'un fiato, si rilegge con emozione..e ogni volta che cerco consigli sull'amore,so che lì posso trovare la soluzione...parlare d'amore è difficile..ma l'autore è riuscito pienamente nell'intento...

Postato da Lina, 36 anni

Comunicare è un gesto d'amore, un riconoscere che l'una ha il diritto di sapere e l'altro ha il dovere di dire"...Proprio oggi ho finito di leggere questo libro e...Tutti hanno il diritto di sapere ed io ho il dovere di dire che è fantastico! Temi complicati e che a volte ti complicano la vita espressi in maniera semplice e profonda allo stesso tempo. Non posso che consigliarne la lettura a tutti!

Postato da Rachel, 47 anni

Ho acquistato il tuo libro...ma ho paura di leggerlo.....ho letto i commenti dei tuoi lettori...e la paura aumenta.....l L'ultimo letto non è il tuo, ma della Spack....."LUI"..... ...è sul comodino, quasi come un decalogo da consultare.... La verità.....di riscoprirsi, quello che non si vorrebbere essere, ed invece si è...si è stati e molto probabilmente si sarà per sempre... Sostituirò quel libro con il tuo..... Voglio vivere l'amore...non subirlo.

Postato da Maurizio Rita Piero Elizabetta, 35 anni

chi è questa persona che si diverte cosi ?? che senso ha ??? è un virus ??? caro dr Crepet ti vogliamo tanto bene

Postato da Rita, 43 anni

poche volte ho preso un mano un libro...si può dire il primo che ho letto in un fiato...dopo la morte della mia mamma a volte anzi spesso sembra di essere sola ma non è così ho un marito che mi adora e un figlio adorabile....ogni tanto me lo sfoglio per rileggere frasi bellissime della vita......grazie Paolo...

Postato da Anto, 26 anni

E' senza ombra di dubbio il libro più bello che abbia mai letto,l'ho letteralmente divorato e di tanto in tanto lo riprendo tra le mani per rileggere i passaggi che mi hanno aperto la mente e soprattutto il cuore...sarà che quando me l'hanno regalato stavo davvero in un periodo difficile...ha rappresentato la mia "piccola" guida,mi ha aiutato a capire e ad analizzare molti miei comportamenti e mi ha aiutato a prendere decisioni importanti!!!E' incredibile quello che un "semplice" libro sia riuscito a scatenare..un turbine di emozioni!

Postato da Chiara, 37 anni

Ciao Paolo. Sono una donna di 37anni. Ti chiamo affettuosamente per nome perchè ti sento come un amico. Ti ho seguito negli ultimi anni e lo scorso anno ho cercato in te ein questo tuo libro una risposta a una mia sofferenza profonda. Quella che si sente quando si ha una relazione con un uomo sposato. Mi chiedevo perchè mi sono innamorata di un uomo che non avrei mai potuto avere se non condiviso con un altra donna. Leggerti mi ha dato la risposta.In fondo, mi sono ritenuta meritevole di un rapporto a servizio part time perchè ho una mia famiglia e mi sono convinta che nessun uomo mi vorrebbe vivere in comunione con essa. Ho maturato che siccome il padre dei miei figli si è disinteressato di me e di loro perchè dovrebbe occuparsi e interessarsi seriamente noi uno che nemmeno è il loro padre? Pian piano ho scavato dentro perchè vedevo che questo aveva radici più profonde che mi riportavano alla mia infanzia. non sto a dirti tutto. La cosa importante è che ho chiuso questa relazione e grazie al tuo aiuto sto recuperando stima in me stessa e amore per la mia storia. So che non sei un uomo cattolico ma ti dico che sei Dio esiste, ecco se egli esiste ti ha messo tra le mani un dono meraviglioso quello di donare la tua esperienza per gli altri. Sinceramente ti auguro ogni bene consapevole che tutti necessitiamo di qualcosa.

Postato da Eu, 23 anni

non ho ancora finito di leggerlo ma subito sto facendo tesoro di ciò che Crepet ha "camuffato" tra le righe. Questo libro è un'analisi del mondo odierno con alcuni riferimenti alla condotta dei tempi passati, e cela una sorta di codice comportamentale che non bisognerebbe trascurare nell'amore. Un libro che si legge facilmente e soprattutto che fa riflettere. Complimenti, spero ci saranno ulteriori scritti su tale argomento.

Postato da annalisa, 39 anni

parlare d'amore senza inscatolare l'argomento in titoli e sottotitoli è già affrontare l'argomento nel giusto modo.Tante sono gli aspetti presi in considerazione e leggendolo non ci si può che capire meglio. Mi domando :potrà capirlo mia nipote di 16 anni?

Postato da JOLE, 17 anni

A mio avviso reputo questo libro da una parte costruttivo,dall'altro un pò scontato poichè l'amore non può essere insegnato ma bisogna viverlo in prima persona:non si possono dare dei consigli in base alla propria esperienza personale poichè ogni persona è libera di vivere l'amore secondo le proprie regole;regole che vengono dettate dal proprio intelletto e dalla propria anima.A conclusione di ciò ritengo che lo scrittore e psichiatra paolo Crepet abbia forzato la mano su argomentazioni che al giorno d'oggi vengono prese relativamente in considerazione.

Postato da alessandro ficara, 48 anni

E' un capolavoro, sottile. scava le pieghe dell'animo. Sarà il momento che sto vivendo ma è veramente bello.

Postato da veronica, 19 anni

penso ke sia 1buon libro...ankora sn all'inizio

Postato da Nicola, 21 anni

L'ho inghoiato in un sol boccone, senza respirare; penso che serva per aprire gli occhi, per comprendere meglio le mille situazioni della vita che ci circondano. Sono temi che tutti abbiamo passato, ma leggendo puoi capirli sotto un altro punto di vista, da un angolazione diversa, come predicava dalla cattedra il professore di "Via col vento". Ho paragonato l'amore a quello che ho passato; un amore non verso un altro indivisuo, ma verso me stesso, verso la mia pazza malattia. Mi scusi l'autore se l'ho usato pure per concludere il libro che sto cercando di scrivere; magari non verrà mai pubblicato, anche se è ora ultimato dopo 3 anni di idee buttate li, ma a me è servito per crescere: come le sofferenze dell'amore ci aiutano crescere, come quanto scritto in questo libro. La ringrazio.

Postato da Sabrina, 43 anni

E' di là vicino al letto vicino alla borsa del lavoro e a piccoli sorsi poche righe al giorno le pagine scorrono...lasciato sulla scrivania dell'ufficio ogniuno ha un commento da fare e io mi giustifico un pò per la scelta del libro...perchè poi... mi vergogno un pò dei miei sentimenti e di questo disagio che sento.. eppure non ho scelto a caso in libreria...è tornare indietro e rivivere ciò che si è percepito come amore... anche un dolore

Postato da Maurizio, 43 anni

Un libro davvero educativo sull'argomento amore, nel leggerlo ho capito sempre + la mia anima mi domando come mai un argomento così importante è così poco trattato nelle trasmissioni tv, servirebbe sicuramente molto + dei vari pseudo reality come IL GRANDE FRATELLO o L'ISOLA DEI FAMOSI ECC. Un sentito ringraziamento a lei x quanto mi abbia aiutato attraverso la lettura del suo libro

Postato da Lucia, 16 anni

Davvero stupendo.. lho letto in un momento molto difficile e mi ha dato speranza, mi ha fatto capire alcune cose riguardo ad una storia finita male che poi ho avuto modo di verificare nella realtà.. questo libro ha fatto ordine dentro di me e mi ha fatto capire meglio me stessa e gli altri... grazie davvero

Postato da Jessica, 19 anni

Un libro stupendo. Personalmente, credo insegni a riflettere, ad analizzare le proprie emozioni affinchè i ritmi ed il cinismo di questa società, non le annienti totalmente. Mi ha aperto gli: ora posso guardare e non solo vedere. Davvero un testo eccellente!

Postato da Anna, 23 anni

libro interessantissimo. me l'hanno regalato da 4 mesi e l'ho letto 4 volte!! STUPENDO!!!

Postato da angela, 31 anni

ho appena divorato il libro, e mi ci sono ritrovata in quasi tutte le pagine...ed è vero che quando un'amore finisce lascia l'amaro,confrontarsi con il lutto emotivo,capire gli errori commessi è dura ma fa crescere...amare nella sua immensità senza regole è la cosa più bella della vita

Postato da Cris, 28 anni

Il mio vuole essere un ringraziamento a chi mi ha dato nuovamente la carica per credere nell'Amore, nei sentimenti, nella passione.Sono "sfidanzata" da due anni e mi è capitato che per solitudine o, peggio ancora per la ossessionante pressione da parte di amici e conoscenti, di frequentare ragazzi, anche molto belli ed interessanti, senza però che ci fosse "tropismo", "alchimia". Leggendo questo fantastico libro mi son convinta che non posso assolutamente prescindere da certe emozioni, anche se sofferenti e dolorose ma che mi fan sentire VIVA!!!!

Postato da STEFY, 14 anni

lo sto leggendo e sinceramente è troppissimo bellissimo...sei grande nel tuo libro mi rispekkio pienamente...grnde mi hai aiutato a capire tante cose...anke sul rapporto con il mio raga...tvb...baci...stefy

Postato da Sara, 31 anni

Raro incontrare un libro che insegna l' educazione al sentimento....è un libro che parla del profondo e tocca l'anima. Grazie.

Postato da Mara, 35 anni

Carissimo professore, questo libro è semplicemente straordinario e soprattutto permette ad ognuno di noi di rielaborare concetti dati per scontati. Ma averla ascoltata l'altra sera a Montegranaro, mio paese, mi ha resa una mamma meno sola, e aver avuto la possibilita di vedere il nostro dirigente scolastico, pessimo dirigente scolastico, non che mia insegnante in passato, messa difronte ad una realtà che fosre le è poco chiara , bè è stato la cosa e la soddisfazione più grande della mia vita. Sono orgogliosa di essere la mammma che sono e di ritrovarmi una figlia che in qualche modo cerco di educare seguendo i suoi pensieri. Ma cosa più straordinaria è aver avuto la possibilità di ascoltare un uomo che ha trasmesso libertà, amore, passione, concretezza e dolcezza. Peccato che di persone come lei ne esistano così poche. Grazie per ciò che è.

Postato da michela, 17 anni

salve....questo libro è semplicemente....MERAVIGLIOSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!in alcuni situazioni mi sentivo"protagonista" essendo un adolescente e quindi con tutti i problemi che essa ne comporta.....comuqnue grazie a voi ho imparato davvero molto.....GRAZIE!!!!!!!!!!!!

Postato da Laura, 32 anni

ho letto altri libri di crepet. Non ho ancora letto il libro non posso lasciarlo. Intuisco che sarà senza ombra di dubbio dis-armante. Mi sono imbattuta per caso nei commenti , e quindi nella prefazione le libro. Commenti per la stragrande maggioranza composti da donne. Pochi gliuomini coraggiosi, che osano acquistare un libro con una "forte" -temuta tematicca coemquesta . Eppure anche a me spaventa. PEr quelle cose celato che possono (ri)velare cose e note sopite, coperte dalla sabbia. Se riesco inun periodo -immacolato- come questo a comprarlo e rimetere in discusione... le mie non scelte.. verro ' qui a commentarlo..

Postato da Teresa, 18 anni

Per quanto abbia potuto capire,leggendo questo tipo di libro insegna molte cose,e soprattutto riguardo l'ambiente adolescenziale ti porta a capire molte cose,in quanto l nostra realtà si presenta molto difficile d'affrontare...Con ciò voglio dire un Grazie all'autore,ho capito molte cose esoprattutto ma ha aiutata ad affrontare varie situazion....GRAZIE ----

Postato da rosa, 35 anni

nn pensavo che un libro mi mettesse in discussione con il mio io. Bhè posso dire che oggi mi sento diversa, piu' forte e questo grz a parole e pensieri che in testa erano solo confusione e che leggendole capisci cosa realmente volevi.Un medico un giorno mi disse che un libro gli aveva cambiato la vita......credo che per me sia l'inizio di una nuova vita. Grazie per avermi fatto capire che la dignità nn si deve perdere mai.

Postato da Anna, 21 anni

cosa dire di questo libro....nn esistono parole per commentare un capo lavoro del genere....Ho letto il libro una sola volta ma lo sto rileggendo per la seconda volta per capire ancora meglio il significato vero dei sentimenti che ci appartengono e che sono ben nascosti dentro di noi ma che nessuno riesce ad esternarli....oggi la società è molto superficiale di fronte ad un bene innato in ognuno di noi...grazie paolo per averci dato ancora una volta degli insegnamenti sulla vita......

Postato da agnese, 38 anni

.. che dire l'ho letto tutto d'un fiato... aspettavo una medicina... niente, nn mi era piaciuto, poi da pochi giorno l'ho riaperto lo sto rileggendo anzi nn riesco ad andare aventi come finisco una pagina la rileggo ... è magico speciale è vero ... questo era il mio momento per averlo tra le mani ... sei grande grazie solo ora riescp a capire la magia dell'amore... la mia corsa a cosa... ho voglia una gran voglio di emozionarmi. un abbraccio

Postato da Giovanna, 22 anni

Questo è stato il primo libro che ho letto di Paolo Crepet e mi ha colpito talmente tanto che adesso in ogni libreria vado ricercando i suoi libri. Questo libro è molto educativo soprattutto per chi ancora non sa comportarsi di fronte ai sentimenti! Stimo moltissimo Crepet perchè dimostra sempre di essere una persona seria e professionale,qualità che fa esaltare anche nelle varie trasmissioni dove spesso è ospite,lo seguo sempre!

Postato da Irene, 27 anni

Semplicemente eccezionale! Si legge quasi d'un fiato, rileggendo alcune parti più volte. L'ho trovato molto educativo. Impossibile restare indifferenti dopo la lettura. Complimenti a Paolo Crepet!

Postato da lulù, 49 anni

E' un libro per me interessantissimo.Va a scandagliare i sentimenti più profondi di ognuno di noi.Apprezzo molto il modo di scrivere di Paolo Crepet:chiaro,incisivo e penetrante. Grazie per averlo scritto.

Postato da Paola, 42 anni

Devo ringraziare Paolo Crepet per avermi rassicurato: pensavo di essere l'unica al mondo ad avere un certo tipo di concezione dell'Amore e quindi mi sentivo sola e sbagliata; pensavo di essere un'idealista e gli amici mi rimproveravano di avere una concezione troppo romantica ed elevata dell'Amore. Ma quando ho letto il Suo libro ho visto spiegati chiaramente tutti i miei pensieri e sostenute tutte le mie teorie.. ho capito che, non solo non sono sola con le mie certezze, ma che queste certezze sono giuste e sane, che nel mio modo di concepire e vivere l'Amore non c'è nulla di sbagliato!! Ora si tratta solo di incontrare una persona che abbia letto questo libro e che ne condivida profondamente i contenuti...

Postato da Valentina, 27 anni

Unico nel suo genere,semplice,reale...l'ho letto più volte...mi ritrovavo in ogni pagina,in ogni singola parola...ho capito ancora di più quanto sia coraggioso abbandonarsi alle emozioni...la razionalità rischia di renderci indifferenti....l'amore ci rende vivi!!!!!!!!!!grazie Crepet!sei un grande!

Postato da Daniela, 26 anni

Ho letto il libro una prima volta.. e mi ha dato la forza di dare una svolta a ciò che stavo vivendo, facendomi sentire più forte e sicura. La situazione da allora migliorò! Lo sto rileggendo ora, in un momento difficile, in un momento in cui ho preso la decisione di rompere la mia relazione, perchè anche se il libro dice cose che in realtà fanno già parte di noi, è rivelatore, mi fa stare meglio, mi fa sorridere! Finchè sono consapevole di ciò che lascio, scelgo me!! Grazie Paolo!

Postato da Sara, 21 anni

il più bel libro che abbia mai letto. Parole confortanti ma al tempo stesso... sconfortanti..Crepet sei favoloso.

Postato da Maria Rosaria Infante, 26 anni

Penso che questo libro sia molto attuale e sentito..bisogna avere il coraggio dei sentimenti e cercare di mettersi in sintonia con gli altri, provando ad essere chiari nell'esprimere ciò che si prova!Tutti noi abbiamo bisogno d'amore, ma si è disposti a dare poco di se..si ha paurA.. Parlarsi, capirsi..nel senso di mettere dentro di noi l'altro ed accoglierlo nel nostro mondo, questo è per me il più grande insegnamento di questo libro!

Postato da Veronica, 25 anni

Ho letto il libro tutto d'un fiato...e ho avuto la conferma che quella che stavo vivendo era una storia sbagiata. Lui con la sua possessività e le sua aggressività mi ha risucchiato in un vortice tremendo. Ne sono uscita dopo diversi anni, con fatica e tante ferite che ancora mi porto dentro, ma questo libro mi ha dato la fiducia e la forza non solo per fare il grande passo della rottura, ma anche per andare avanti.GRAZIE!!!!

Postato da Luca, 36 anni

Confortante e crudele.

Postato da marianna, 47 anni

l ho letto prima tutto in un fiato, poi l ho riletto con calma tante volte. ogni volta mi cercavo tra le pagine ...comè tutto vero!!!! mi sarebbe poi, piaciuto trovare le semplici soluzioni x come riuscire ad non star male x delle decisioni che non sono ancora riuscita a prendere nonostante le abbia gia chiuse qui in test

Postato da Maria Agnese, 56 anni

Confesso, non l'ho ancora letto ma rimedierò al più presto! Non ho dubbi sul fatto che sia interessante e fantastico come tutti gli altri. Maria Agnese

Postato da Carmen, 30 anni

Ho letto il tuo libro e lo sto rileggendo in un brutto momento della mia vita sentimentale.Niente mi è mai riuscito a dare tanta serenità.La tua non è una psicologia spiccia, ho letto libri dei tuoi colleghi per questo affermo ciò. Grazie!

Postato da ciuciù, 37 anni

E' forse il primo libro che, pur non avendo terminato di leggere, lo sto consigliando ad una persona con la quale vorrei scorrere alcune immagini di quelle pagine insieme, in un letto. Anche se nn ho ancora trovato il mio "caso"... Dovrei parlarne con Paolo, forse. Comunque mi piace molto. Davvero

Postato da Anna, 54 anni

L'ho letto 2 volte e lo rileggerò. L'ho regalato e lo regalerò ancora. Fà bene a tutti e a tutte le età. In queste pagine, sicuramente ognuno ci si può ritrovare. Può sembrare che inviti all'abbandono facile, ma solo ad una lettura poco attenta...

Postato da Giorgio, 40 anni

Ho intravisto libro qualche tempo fa in libreria ma non l'ho acquistato (non ne ho avuto il coraggio). Avevo intuito comunque che racchiudeva dei consigli utili per chi, come me, vive un rapporto in crisi ma sa gia di soffrire tremdamente nel separarsene definitivamente. Ho appena iniziato a leggerlo è, per essere sincero, ,lei scrive di verità (nel mio caso) note ma celate. Per fortuna persone come lei offrono la possibilità di autoeducersi su aspetti così importanti della vita, anche avendo degli ottimi insegnati come genitori. Grazie.

Postato da Enrichetta, 47 anni

sull'amore è un libro che amo.L'avevo letto circa un anno fa e adesso l'ho sto rileggendo con rinnovato piacere, a mio modesto parere è un libro che non dovrebbe mancare in nessuna casa....., educare ai sentimenti non è facile ma possibile, io sono madre di due ragazzi ormai adulti e con tutti i miei errori, le mie fragilità, le mie paure ho cercato di insegnare loro ad ascoltarsi ed esprimere in totale libertà il loro essere, a non dare importanza alla superficie delle cose, delle situazioni, delle persone ma cercare l'essenza, con un pò di presunzione credo di aver fatto un buon lavoro, totrnando al libro ribadisco che è meraviglioso

Postato da lucia, 40 anni

La lettura di questo libro è stata davvero illuminante. Nella consueta normalità quotidiana non acoltiamo mai i nostri sentimenti. Ci sentiamo infelici, scontenti, furstrati, ma la colpa è sempre dell'esterno, di ciò che ci circonda e non ci piace. Forse non è così. Probabilmente il nostro vuoto affettivo ci incattivisce e ci rende sterili alle emozioni. Imparare a fermarsi, ad ascoltare la voce del nostro cuore vuoto, cercando di fare chiarezza e di prendere quelle decisioni tanto difficili conservando la dignità può aiutarci ad iniziare a vivere una vita diversa. Grazie di aver scritto per tutti noi un saggio carico d'amore.

Postato da Sheila, 27 anni

Sto leggendo lentamente e attentamente questo libro... è scritto in maniera sublime, uno dei pochi libri che riesce a smuovere completamente le mie emozioni, spesso non sono riuscita a trattenere le lacrime...!! Davvero stupendo, è di certo anche un grande aiuto per chi come me ha bisogno di riflettere e prendere coscienza della propria vita... Un bacio

Postato da SIMONA, 37 anni

CHIARO E CONCISO NELLA SPIEGAZIONE, UN TESTO RICCO DI SPUNTI SU CUI RIFLETTERE, NON MANCA UN PIZZICO DI PIACEVOLE IRONIA TIPICA DELL'AUTORE L'HO LETTO TUTTO D'UN FIATO!

Postato da Caterina, 36 anni

Leggere il libro è come aprire il cassetto delle proprie emozioni...un cassetto che spesso siamo portati a chiudere con il lucchetto della paura,perchè le emozioni destabilizzano,non ci fanno sentire padroni di quella razionalità che può divenire prigione quando è l'unica a viverci dentro. Grazie Professor Crepet,come sempre mi emoziona.

Postato da ALESSANDRA, 33 anni

Alcuni pensieri mi sono piaciuti tantissimo...alcune frasi sono idelebili nel mio cuore...CREPET ha un'idea giusta e magica dell'amore, molto simile alla mia, ma non trovate che nella vita di tutti i giorni non sia così facile, come sembra suggerirci lui, capire quando è vero amore e quando no? Quando è giusto "mollare" o provare, anche in seguito a delle responsabilità che ci si è presi, a portare avanti un amore che non sembra più così vivo e vero? Non lo so, ma ho avuto l'impressione che l'idea di amore di Crepet sia giusta ma in alcuni punti troppo "idealizzata" e faccia scappare da un rapporto in crisi con facilità. Vorrei riuscire a vivere sempre la vita affettiva con entusiamo coinvolgente, ma trovo che non sempre sia facile e che a volte risciamo di prendere abbagli facili perchè alla ricerca di un amore estremamente vivo ed emozionante....CHE NE DITE?

Postato da salvatore pezzella, 47 anni

stupendo! mi ha arricchito molto!penso che andrebbe "studiato"fra amici e colleghi! "aiuta a vivere meglio" Ho meno dubbi e più consapeolezza Grazie paolo!

Postato da Titty, 25 anni

Ho appena iniziato a leggerlo... mi è stato regalato da un amico ke ha attraversato un bruttissimo periodo e, poikè mi vuole davvero molto bene e sa ke mi sto imbarcando in una storia ke nn ha ne capo ne coda , ha deciso di farmi questo dono raccomandandomi calorosamente di leggerlo subito ...prima ke sia troppo tardi. In effetti è molto profondo ed è cosi triste aver scoperto qualcosa di bello ed essere incapaci di farlo capire a ki ti sta accanto.Vorrei ke lo leggesse anke il mio ragazzo ma quando gli ho proposto di farlo mi ha risposto:"nn ho tempo x queste sciokkezze leggilo tu x me"!!! se poi ti faccio il riassuntino e te lo do? ke idiota

Postato da Manu, 31 anni

L'ho letto 2 volte: la seconda più attentamente della prima. Sicuramente è molto interessante , frutto di considerazioni sagge e mature; offre numerosi spunti di riflessione. Ognuno di noi ama come sa fare, come gli altri esseri umani gli hanno insegnato e come il suo istinto naturale gli suggerisce. Quando però un amore fà stare bene, rende felici, allora sì che si ama nel modo giusto. E' bello amare e sentirsi amati: è pathos, è emozione, è calore, è rispetto, è vita. Quando l'amorei regala queste cose allora sì che è un'energia positiva! é possibile sentirsi così bene, ma è indispensabile iniziare dall'amore per sè stessi, dal coccolarsi, dall'accarezzarsi, dal considerarsi degni di ogni bene.. con queste solide basi, il resto, poi, vien da sè...

Postato da Lory, 23 anni

Ho regalato il libro al mio ormai 'ex ragazzo'.. ma non credo l'abbia letto.. altrimenti non si serabbe fatto spaventare dall'idea di stare lontani per un po' di tempo e non mi avrebbe definito come una 'cosa' che non poteva portarsi dietro!!!

Postato da Heloisa, 42 anni

Se vuole essere un saggio, mi sento di dire che è estremamente divulgativo; così di superficie che nemmeno Alberoni si era permesso tanto, che forse neanche la Bonaccorti scriverebbe qualcosa di più medio e forse nemmeno Morelli (ma almeno Morelli ha delle teorie personali e le racconta con passione). Voglio pensare che abbiano obbligato Crepet a scrivere d'amore, nella speranza di vendere molte copie, con la convinzione che, essendo una mente fruttuosa del nostro tempo, li avrebbe fatti guadagnare un bel po' di soldi. Vorrei indietro i soldi che ho speso per acquistare il libro. Spero che Crepet continui ad occuparsi di giovani e genitori di oggi, per aiutarci a riflettere col suo modo capace, dimostrando di essere uno psichiatra di valore ed esperienza.

Postato da Paola, 38 anni

secondo me questo libro dovrebbe essere inserito nei programmi scolastici d'uffcio. Dovrebbero obbligare tutti a leggerlo perchè tanta gente avrebbe bisogno di leggerlo e nemmeno lo sa'. E' scritto in modo assolutamente accessibile a chiunque e fa' bene. Leggerò altri libri dello stesso autore. Grazie per l'opportunitùà di esprimere la mia opinione in merito

Postato da MAURIZIO, 45 anni

SONO FELICE DI AVERLO LETTO E RITENGO CHE IL LIBRO POSSA INSEGNARE TANTO A TUTTI, UOMINI E DONNE, INDISTINTAMENTE GRAZIE A PAOLO CREPET PER QUELLO CHE CI SA TRASMETTERE

Postato da Princess12, 34 anni

Amore come purezza del' io, amore come inno alla vita, amore come coraggio dell' anima, amore come propensione all' altro senza interesse sotteso, amore come dignità dell' essere umano, amore come scoperta di noi stessi..... Poche persone conoscono una simile dimensione e sono in grado di assaporarne l' intensità....i più si crogiolano in finti e rassicuranti andanti di non vita......

Postato da alessandra, 18 anni

ciao ho letto questo libro e mi è piaciuto molto specialmemte quando incominci a descrivere l'innamoramento! sono delle parole giustissime! nn ho mai visto o sentito 1 persona cn delle idee cosi kiare sull'amore complimenti!!! tt cose giuste e vere!

Postato da alessandra, 16 anni

ciao ho letto questo libro è molto bello, pero io lo trovo 1 po sciapo! ne hai fatti altri molto ma molto + beli!!

Postato da Stefania, 44 anni

Ho iniziato a leggerlo spinta dall'emozione che mi ha dato leggere "i figli non crescono più", e sono felice di essere entrata in libreria chiedendo "cos'ha di Paolo Crepet?". Il titolo è stato determinando per una donna come me, innamorata dell'amore, passata attraverso esperienze che hanno fatto di me ciò che sono ora. Nell'amore serve sbagliare e capire, soffrire e superare la sofferenza per essere più forte domani. E non avere paura di abbandonarsi. Tutto ciò che ho letto nelle pagine di questo libro mi hanno stimolata alla critica perchè parla di tutto ciò che ognuno di noi vive ogni giorno. E' semplicemente bello

Postato da Stefania, 44 anni

Ho iniziato a leggerlo spinta dall'emozione che mi ha dato leggere "i figli non crescono più", e sono felice di essere entrata in libreria chiedendo "cos'ha di Paolo Crepet?". Il titolo è stato determinando per una donna come me, innamorata dell'amore, passata attraverso esperienze che hanno fatto di me ciò che sono ora. Nell'amore serve sbagliare e capire, soffrire e superare la sofferenza per essere più forte domani. E non avere paura di abbandonarsi. Tutto ciò che ho letto nelle pagine di questo libro mi hanno stimolata alla critica perchè parla di tutto ciò che ognuno di noi vive ogni giorno. E' semplicemente bello

Postato da fatuoedisintegrato, 34 anni

Non mi ha lasciato indifferente, sono ancora qui a rifletterci sù, dunque bene perchè provoca, male perchè la fa un po' troppo semplice alla voce mollarere, la dove resistere può significare farsi del bene o prendere devastanti cantonate, la differenza fra impostare fondamenta solide o di burro. Disfattista anche per quanto riguarda le possibilità di evolvere delle persone adulte: a me piace credere nella complementarietà di diversità per cambiare e crescere . Non parla di amicizia come residuo possibile dell'amore o attesa. Non si capisce bene se forse l'ingenuo è uno che non vuole tradirsi sporcandosi le mani nelle contraddizioni dei propri sentimenti. Pensare all'amore come ad un diamante grezzo sembra un lusso per amori sublimati e sudati che non vedo ben rappresentati nel libro. Il capitolo sulla gelosia mi ha dato abbastanza fastidio, segno che deve dire delle verità per me scomode. Amore come provocazione. Bel libro, quasi quasi me lo rileggo.

Postato da STEFANIA GOTTI, 39 anni

UN GROANDE AIUTO IN UN MOMENTO MOLTO DIFFICILE. GRAZIE DI CUORE.

Postato da roberta, 40 anni

Unico e utilissimo a chi ha voglia di cambiare qualcosa per non incorrere in nuovi fallimenti e sconfitte in amore,per chi ha voglia di aprire il proprio cuore o solo riflettere sul vero senso dell' amore. Un libro che si legge tutto d' un fiato! Lo consiglio agli innamorati e anche a chi un amore grande non lo ha o non l' ha mai avuto.

Postato da dexie, 35 anni

L'ho ltto tutto di un fiato, diretto come una freccia colpisce al cuore di chi soffre di mal d'amore. da leggere e rileggere è pieno di verità!

Postato da Martina, 17 anni

Lo sto leggendo e lo sto trovando semplicemente sensazionale,come l'Autore stesso.

Postato da A, 45 anni

una situazione di estremo desiderio dove lo scambio di emozioni è totalmente penetrante... ...un momento di speciale intensità tra un uomo e una donna che riescono a percepire una sofisticata sensazione di piacere. Un'estasi che non può essere cercata, accade solo se vi è sensibilità. ...è struggimento, è scivolare all'unisono in un'altra dimensione... Vedi, ho studiato!?!! Mi merito almeno 6--

Postato da Marilena, 49 anni

Mi ha rincuorato... Io che ho scelto di separarmi dopo 24 anni di matrimonio e quattro di fidanzamento, per sentirmi viva, per vivere la mia vita...e giovane, con ancora tanti progetti e la libertà di poter vivere pienamente gli anni più belli con consapevolezza, anche il mio è amore, per me stessa......

Postato da ilary, 20 anni

come sempre ogni suo libro rappresenta un periodo della mia vita e mi ha sempre dato una mano nei momenti meno felici... oggi più che mai questo libro mi ha dato la forza di capire qualcosa in più... ogni riga una scoperta, cose che forse già sapevo ma c'è sempre bisogno di qualcuno che ti dia una mano a concretizzare ciò che provi o che stai vivendo.... ogni piccola parte della mia vita più bella o meno è stata accompagnato da uno dei suoi libri, penso che molti ragazzi come me abbiano avuto una grande guida e anche se io non ho mai potuto vederla di persona mi sento capita e compresa attraverso i suoi libri... la ringrazio davvero per quello che fà per molti di noi...

Postato da alice, 25 anni

l'ho letto oggi tutto di un fiato!!sarà che sto passando un momentaccio per una storia che si prolunga logorandomi, ma in quello che Crepet dice io mi rivedo proprio, dalla cause del mio comportamento con gli uomini, alle conseguenze che questo ha sulla mia autostima. I consigli, molto sottili e impliciti, che Crepet dà hanno mosso qualcosa dentro di me anche se ci vorrà del tempo. è un libro per persone di ogni età, perchè spiega il significato universale dell'amore. Complimenti.

Postato da uccio70, 36 anni

Ho letto piu volte il brano in cui parla delle "separazioni" dei "distacchi".. e l'immagine che piu mi e rimasta impressa e quella delle scimmie che in quel paese lontano dell'India ogni giorno si fermano a guardare il tramonto...anche a me piace molto il tramonto,i suoi colori e il suo calore anche se non riesco a vedere troppo la fine di un giorno ogni giorno.. e quindi in fondo non vivo troppo il distacco. tanti auguri di buona Pasqua dottor Crepet, e grazie per il suo libro e i suoi consigli.

Postato da Giusi, 41 anni

Bello. Commerciale. Ma con spunti interessanti per riflettere e rivedersi. La cosa che mi chiedo: ma davvero Crepet riesce così bene nella sua vita sentimentale ed affettiva? O fa come tutti noi... Bravi operatori, e pessimi nella vita privata...

Postato da P.M., 51 anni

Sto leggendo (non ho finito) il suo libro. Hi 51 anni, esco da poco dalla morte di mia moglie. Oggi sono di nuovo innamorato perso di una donna che sta lasciando il marito dopo 28 anni di unione e due figlie grandi. Il suo libro mi conforta perchè conferma i miei pensieri, e ne solletica di nuovi. Faccio fatica ritrovare quella dignità che lei considera giustamente il vero limite tra amore e sofferenza.La mia nuova compagna capisce tutto questo, mi ama e le regalerò il libro, tenendone una copia per me ed una per lei. Le regalerò la mia, con commenti e sottolineature a matita, per regalarle anche la mia interpretazione, perchè possa capirmi meglio. All'inizio le confesso che credevo fosse un libro pieno di banalità, invece la realtà è che è sintetico e pragmatico. E soprattutto non è un manuale..

Postato da roberta, 38 anni

Ad un certo punto della mia vita ho provato la brutta sensazione di non poter capovolgere il risultato negativo accumulato dentro di me frutto delle brutte esperienze, e invece le sue parole mi hanno fatto vedere le cose sotto un' altra illuminante prospettiva. In poche parole ho sentito in me di nuovo la forza di andare avanti recuperando l'amore per me stessa e quindi per la vita..

Postato da marina, 50 anni

bellissimo, così vero che sembra scritto da una donna....

Postato da Francesco, 60 anni

Ho letto il tuo libro, forse al momento giusto, dopo 2 anni di vedovanza , ed un incontro con una nuova compagna , mi ha fatto riflettere su tanti problemi del nostro passato. E' un libro bellissimo . Grazie di cuore

Postato da monica, 41 anni

penso che sia un libro-guida. Mi ha rivelato alcuni miei psicollogismil, di cui intuivo solo vagamente la presenza, in modo chiaro e trasparente. Con la semplicità che usava Cartesio. Siccome la quotidianità inghiottiisce voracemente tutto, credo che lo rileggerò. Almeno un paio di volte. Grazie.

Postato da Marina, 33 anni

sto leggendo "Sull'amore" lo trovo molto interessante, pratico, un pò crudele ed irriverente nei confronti di tutte quelle coppie che tengono duro! l'altra notte non riuscivo a dormire e mi sono messa a leggerlo (ringrazio mio marito per la gentile concessione) l'argomento era la comunicazione il punto in cui si parla di 'lui silenzioso e lei logorroica' alla frasi in sintesi dell'autore "via via asfissiandosi" mi è scappata una rigorosa risata nel silenzio della notte. gli occhi sbarrati di mio marito mi hanno fatto capire che se svegliavo i bambini allora si che il nostro matrimonio sarebbe finito ... per decesso! grazie Paolo Crepet mio compagno nelle notte insonni e mille complimenti

Postato da Claudia, 24 anni

Trovo che questo libro sia fantastico. A primo impatto m'ha colpito subito il titolo(forse perchè sono un'eterna romantica) , poi leggendolo m'ha coinvolto molto e chiarito tante cose.

Postato da Emanuela, 26 anni

Grazie di cuore...l'ho letto 3 volte, l'ho regalato ai miei amici e lo sto consigliando a tutti! E' un libro che ti aiuta a capire profondamente gli sbagli che si commettono nelle storie d'amore. Quando ho iniziato a leggerlo piangevo ad ogni riga e ad ogni parola, tanto da temere di non riuscire a finirlo per il troppo strazio. Le sue parole erano come lame di coltelli che mi colpivano dritta al cuore...Ora sono più cosciente e ho ritrovato il coraggio di vivere i miei sentimenti. Grazie ancora per questo dono immenso.

Postato da Antonella, 40 anni

Lo sto' leggendo. E' meraviglioso. vero. mi riporta nel mio dolore. rivedo la mia forza. la mia autostima. fare le valige e andare via. non aprire mai più la porta. ha dimenticato però che qualche volta la prima priorità sono i figli. non l'egoismo di una donna tradita nell'anima. tirare avanti facendo l'attrice per loro e tenendo dentro la disistima per lui. non è facile. potete chiamarla ipocrisia ma il benessere dei figli, almeno all'80% è prioritario soprattutto se hanno 14 e 11 anni.

Postato da FRANCESCA, 37 anni

Stupendo e sopratutto teorico ma contestualizzato nella vita reale. Grande!

Postato da terry, 28 anni

Ho letto "SULL'AMORE" in un momento difficile,ero confusa,ferita nn riuscivo a reagire ,ma qsto libro mi ha aperto gl'occhi, mi ha aiutato a crescere e a vedere l'amore con okki diversi. Sono riuscita a capire davvero dove sbagliavo e come reagire.Lo consiglio a tutti coloro che nn hanno il coraggio di amare, a tutti qlli che nn hanno il caraggio di reagire dopo un'abbandono.grazie dr crepet

Postato da eros, 32 anni

ho letto il libro mentre mettevo la parola fine ad una storia molto importante ma ormai arrivata al capolinea...ho acquisito il coraggio che mi mancava per dire: è finita!l'ho prestato alla persona che amo...che badate bene non è la causa della fine della storia precedente ma il mezzo che mi ha permesso, insieme a paolo crepet, di uscire allo scoperto e fuggire! io non credo alla bigamia!

Postato da Valentina, 23 anni

il libro mi è stato regalato da un amica per natale. l'ho letto almeno 3 volte...ti da la forza per ricominciare sempre... a volte vorrei farlo leggere a tutte quelle persone che conosco e che non hanno il coraggio di amare, di vivere, di lasciarsi andare...ma credo che quando sarà il momento giusto lo leggeranno da sole... Complimenti dottor Crepet.

Postato da unmarinaio, 37 anni

letto e riletto in parte... a pezzi trovo un me stesso... a pezzi trovo storie di amici, di amori... aiuta a pensare... dà la voglia di leggerne altri... avanti

Postato da Miriam Cambera, 22 anni

Credo sia il regalo più bello che io abbia mai ricevuto per il mio compleanno...Un libro spettacolare che ho letto tutto in una volta e poi l'ho riletto successivamente riflettendo sui singoli argomenti, anche se facenti parte dell'unica ragione di vita:l'amore!!!! Mi ha emozionato una frase in particolare:"la sublimazione dell'amore è stare abbracciati tutta la notte con la persona che si ama"..... La ringrazio Dottor Crepet, soprattutto perchè attraverso questo libro ha fornito una risposta a tutti i quesiti che io avevo e mi ha aiutato a superare definitivamente una situazione negativa. Grazie grazie grazie!!!! Un abbraccio da Miriam(la ragazza che le ha messo la lettera e il palloncino nella cassetta della posta.....).

Postato da Marcello, 46 anni

letto e riletto in parte... a pezzi trovo un me stesso... a pezzi trovo storie di amici, di amori... aiuta a pensare... dà la voglia di leggerne altri... avanti

Postato da Marcello, 46 anni

Ho letto il tuo libro, l'ho letto forse al momento giusto. Mi è servito tantissimo. Penso che però questo libro tolga molto lavoro ai psicoterapeuti.?

Postato da nadia, 24 anni

il libro è bellissimo e ti fa riflettere su alcuni punti fondamentali

Postato da Annamaria, 45 anni

BELLO da leggere tutto d'un fiato....come acqua di sorgente fresca...come osai nel deserto....ogni pagina letta implicava la curiosita' di leggere quella successiva...con l'ardore la passione di un innamorato...verso l'amato...quando una lettura ti prende te ne innamori e la leggi con volutta'...condivido e concordo sul pensiero di Paolo Crepet...bello l'eros e' un gioco terribilmente vero...interessante quando dice che l'amore e' qualcosa che ti prende fin dentro l'anima che diventa essenza stessa della vita....per me l'amore e' magia alchimia affinita'...e' passione volutta' intrigo...delicatezza lo sfiorarsi del corpo che via via si avvicina all'anima....l'eros rende vulnerabili.....e' vero quando metti a nudo le tue emozioni....l'amore dico sempre e' qualcosa di sacro e la sacralita' va rispettata...grazie PAOLO.....ANNAMARIA

Postato da Valentina, 26 anni

Stupirà, non ho ancora letto il libro, ma ieri mi è bastato assistere ad un incontro con Crepet alle "Scuderie" di Bologna, ore 17,30.
Maglia viola, lineamenti da persona acuta e consapevole, ma al tempo stesso umile, soprattutto sereno, come se riposasse (come afferma qualche filosofo) in una sorta di "asilo" , dove comunque non vi è esclusa la lotta, si intende.

Cosa può dare un piccolo eletto di questo calibro, seppur lui stesso a ragione non si affermi eletto, anche se è tale?
So solamente che quando sono uscita all'aria aperta, ieri sera, sentivo che volevo vivere il mondo come mondo, non il mondo come mi è stato sempre descritto. Senza paura, ma con grande forza, con la voglia di fronteggiarlo, di azzardare.
L'azzardo fa paura, spesso è meglio sentirsi dalla parte del sicuro, ma non ci rendiamo conto tante volte che nulla ci lega a questo pensiero, solo l'abitudine.
Ma la vita è abitudine, o una continua voglia di creare, di sapersi stupire?
L'amore è quello che ci hanno da sempre abituato a pensare o ognuno di noi può riproporre un nuovo concetto di amore? Chi ci vieta di creare nuove forme di "coppia"?
A mio avviso un esempio meraviglioso di eros è quello tra due scrittori-filosofi francesi: loro sì che hanno concretizzato l'amore, la libertà di essere sè stessi.
Paolo Crepet, forse, ha anche amato Paul Sartre e Simone de Beauvoir?

Postato da simona, 20 anni

io amo leggere, ma amo ancora di più rispecchiarmi nei libri che leggo...e crepet in questo saggio sull'amore mi ha dato la possibilità di guardarmi dentro, senza inutili vergogne, nè tabù ,soltanto attraverso la vera comprensione dei sentimenti che ognuno di noi nutre dentro di sè, e non dovrebbe mai tenere nascosti.grazie paolo, sei grande!

Postato da Alessia, 28 anni

Grazie Prof. Crepet. Grazie per ciò che ha scritto e ci ha
"donato". Non ho parole per descrivere l'emozione che ha suscitato in me questo libro meraviglioso che spero mi aiuti a comprendere tante, tantissime cose... Sto attraversando il periodo più brutto della mia vita. Sei mesi fa sono stata abbandonata all'improvviso, senza un motivo, senza una spiegazione, senza un perchè dalla persona alla quale ho dato tutto, corpo, cuore ed anima, incondizionatamente, per 12 anni... Dovevamo sposarci... Volevamo un figlio... Mi ha trattata nel modo più cattivo possibile senza avere il minimo rispetto di me e dei miei sentimenti, mi ha annientata psicologicamente per sentirsi forte e nascondere le sue insicurezze. Ho subito e cercato di comprendere ogni suo cambiamento d'umore, ogni sua fobia, ogni suo stato d'animo, ogni lato anche negativo del carattere. Mi sono annullata per lui... ma invano. Ha ucciso i miei sogni più grandi, mi ha tolto l'innocenza dell'amore puro, mi ha tolto la voglia di vivere...

Postato da Annamaria, 40 anni

Ho sempre apprezzato Paolo Crepet, ogni volta che lo vedevo in tv nn cambiavo canale, xchè dava sempre spunti giusti e positivi, ma leggerlo è stata una scoperta bellisima, sia x come scrive, sia x ciò che scrive. Mi è piaciuto molto quel suo tornare sempre indietro alle origini, ma in maniera sempre positiva, come un ancora di salvataggio da non dimenticare mai, mi è piaciuta la sua forza, la sua solidità, mi sono piaciute tutte quelle citazioni di filosofi scrittori ecc., e naturalmente mi ha aiutata a capire questo doloroso passaggio della separazione, della fine di un matrimonio.
Ho intenzione di leggere altri libri dell'autore, e naturalmente consigliarlo, grazie di cuore.

Postato da Stefy, 39 anni

Bellissimo..! E' stato un acquisto casuale ma validissimo. Un viaggio attraverso quel sentimento che guida la nostra vita e la nostra felicità. Mi sono accorta dopo che, anche se l'acquisto è stato casuale, proprio casualmente ne stavo leggendo le pagine in vari momenti di una storia molto importante della mia vita.
Grazie per averlo scritto

Postato da lilli, 43 anni

sull'amore è un bellissimo libro che arriva dritto al cuore.
A me ha dato il coraggio di prenedre il telefono e chiamare mia sorella con la quale sono litigata da circa 6 anni.
l'ho fatto con un grande senso di pace e di forza ritrovata ed inaspettata.
mi ha fatto capire che un amore clandestino che sto vivendo è irrinunciabile perchè mi fa stare bene, mi darà forse il coraggio di rifletter su una grande storia d'amore con un marito di 30 anni più grande di me.
grazie per tanti spunti di riflessione

Postato da Francesca, 20 anni

Mi ha lasciata di stucco. Lo stile è meraviglioso, quello che contiene ancora di più. Mi è capitato (io non credo casualmente!) in un periodo davvero difficile, la prima vera montagna da scalare della mia vita. La lettura mi ha incoraggiata, mi ha dato consapevolezza, maggiore comprensione di me stessa e dei miei errori. Credo che l'autore abbia voluto semplicemente rivolgere un invito alla felicità - può sembrare banale, ma credo che a volte ci voglia del coraggio per pretendere una vita felice. Un profondo grazie

Postato da monica landi, 40 anni

sto finendo il libro e ho capito che chi mi voleva togliere la dignita' non mi amava...

Postato da francesca, 42 anni

grazie per avermi insegnato a vivere la mia "straordinaria condizione di libertà

Postato da Sonia, 29 anni

Anch'io mi sono incontrata per caso con questo libro. Era il periodo di Natale ed in libreria cercavo qualcosa da regalare alle mie amiche. Perchè mi sono fermata su questo scritto? Sicuramente il tema è comune a tutti e sempre attuale, l'autore mi piace moltissimo, ho letto qualche riga e mi è sembrato molto scorrevole, e aggiungerei che anche la copertina ha avuto il suo effetto. Un mix vincente direi. Ne ho acquistato diverse copie ed una anche per me. A mio parere è molto bello e ti ci ritrovi dentro. Semplicemente, grazie Paolo per averlo scritto*

Postato da Marcella, 32 anni

l ho notato per caso in una libreria e l ho comprato pensando alle problematiche della mia storia d amore,l ho letto,ho evidenziato le parti che sentivo piu' "mie" e l ho regalato al mia ragazzo come dono ieri che era San Valentino....speriamo possa esserci d auito!intanto ha aiutato Me,Grazie!

Postato da elena, 21 anni

beh mi è capitato tra le mani proprio dopo una bella delusione d'amore..credere di essere ricambiati e scoprire che invece si è stati ingannati per tanto tempo.. quando mi sento crollare il mondo addosso un buon libro è la medicina migliore e qusesto devo dire che sta già producendo i suoi risultati! le riflessioni "sull'amore" sono maledettamente vere e giuste..e nonostante facciano scendere qualche lacrima (del resto è la realtà che fa soffrire non la finzione) aiutano ad andare avanti,a ricominciare,a convincere anche le persone come me, che convinte già lo sono, che anche dopo l'ennesima,la più devastante delle delusioni d'amore vale SEMPRE la pena di innamorarsi...perchè innamirarsi è vivere come lei mi insegna,è non c'è cosa più stupenda al mondo!

Postato da kyarina, 26 anni

ho letto il libro nel periodo più difficile della mia vita...mi sono arrabbiata, ho pianto e sorriso...grazie dott. Crepet!

Postato da martina, 26 anni

Vorrei avere , nella mia citta ,la possibilita' di conoscere un valido dottore come lei.Ho un'amica che si e' negata di vivere .. che preferisce distruggersi ogni giorno che passa ,invece di crescere ..e di affrontare le gioie e i dolori della vita.. x me sarebbe la felicita poterla aiutare.E sono sicura che lei ci riuscirebbe.. Il suo libro e' l'interpretazione dell'autentica realta'..ne traspare chiaramente la sua grandezza. Le porgo la mia profonda ammirazione.

Postato da marica, 22 anni

... davvero molto interessante,mi ha trasmesso la voglia di ascoltare ancora dell 'altro .. di conoscerne l'autore per porgli svariati interrogativi,avendo attualmente affrontato un periodo complesso nella mia vita .. che ,davvero ha lasciato un segno. Bellissimo libro .. di scorrevole lettura e semplice comprensione... complimenti a Paolo!mi ha fatto riflettere .. e avrei tanto interesse a seguirla direttamente.. !!!!

Postato da FIORELLA, 49 anni

Egr. dott. Crepet, ho letto il suo libro sull'amore in solamente due sere, e ne' sono rimasta colpita nel profondo. Io sono quella bambina che ho conosciuto maltrattamenti emotivi nell' infanzia, di cui Lei parla a pag. 50. Ora in eta' matura ho appena attraversato una profonda crisi esistenziale, che mi ha portato a cercare il nuovo, una rinnovata voglia di viveree con essal'attrazione per un giovane trentenne. Esperienza che mi ha demolito siul piano morale, avendo scoperto che alttro non si trattava di un gigolo' prezzolato. Ora il suo testo mi ha confermato quanto sia duro rialzarsi attraverso il dolore e l'umiliazione, ma per nessuna ragione al mondo si deve perdere la dignita', che grazie alle sue parole sto' cercando lentamente di recuperare. Ho deciso di scriverle perche' non vorrei mai che un' altra donna dovesse soffrire come me. Grazie dottore, la saluto cordialmene.

Postato da barbara, 29 anni

lo trovo necessario dopo aver letto il libro di Galimberti....

Postato da Antonio, 58 anni

E' un buon libro, scritto in maniera semplice ed anche esaustiva. In modo particolare mi piace l'attenzione che viene rivolta all'educazione ai sentimenti, cosa molto rara ai giorni d'oggi.Concordo in modo particolare quel punto dove si dichiara che l'amore non concorda con la razionalità.

Postato da mariafausta, 43 anni

Ho sempre pensato che le sue parole siano l'esatto contenitore dei miei pensieri . Sono solo a metà del libro e già l'ho consigliato a miriadi di persone. Sembrano argomenti scontati, ma lo sono solo per quei ( purtroppo ) pochi che hanno capito quanto " analfabetismo affettivo " c'è in giro. Mi fanno sorridere le fotografie che il dottor Crepet fa del genere umano....quanto sono reali !!!Ad ognuno di quelle descrizioni so dare più di un nome fra le mie conoscenze . E poi leggendo il libro ho scoperto di essere un individuo con un alto livello di "erotismo esistenziale ". E' fantastico ! Sperando di non essere delusa in futuro, oggi mi sento di dire che quest'uomo è eccezionale, eccezionale nel cogliere l'essenza più profonda del genere umano . E ciò non si impara nè sui libri , nè con la pratica ; è una sensibilità insita nel nostro DNA, un dono di natura . BRAVO BRAVO BRAVO !!!?

Postato da antonella, 28 anni

ho letto questo libro in un momento quasi triste della mia vita.ma poi dalla prima a all'ultima pagina sono riuscita a scoprire di avere autostima e una grandissima forza.grazie

Postato da Maria, 45 anni

E' un libro straordinario: mi ci sono ritrovata in gran parte delle tematiche toccate dal libro.
E' come una pomata lenitiva che toglie un po' del bruciore che "quelle" ferite che fanno tanto male ma che con questo libro pur non cambiando nulla della realtà di ciascuno, da una chiave di lettura diversa e un modo forse di "capire" per reagire in maniera più costruttiva e sopportare con più forza.
E' molto toccante ed emozionante....grazie Paolo!

Postato da Marco, 23 anni

Il tema classico dell'amore appassiona da sempre eppure il libro è sorprendente.Il sentimento d'amore va di pari passo con il dolore dovuto all'abbandono.Le due cose non si scindono.Nessuno ce l'ha mai insegnato ma proprio da questo si deve trovare la forza di amare, di soffrire, di reagire..il coraggio dei sentimenti..il coraggio di vivere.

Postato da uccio70, 36 anni

Dopo aver letto "Sull'amore",ho appena finito di leggere "Dannati e leggeri"..
Beh! devo dire che e veramente un bel racconto,nella copertina ho visto i sandali rossi e la gonna di Miro,,che tralaltro e anche la persona che mi e piaciuta di piu.si questa donna un po orientale un po russa,ma soprattutto la sua energia davanti a tante situazioni brutte..di tagliare,di partire per un viaggio ..e poi di ricominciare.be!io tante volte sarei voluto partire...solo che l avolte da soli si viaggia male

Postato da ilaria, 20 anni

In un momento di profonda crisi, questo libro mi ha aperto gli occhi su molte cose, su prospettive che non avevo mai considerato. Grazie mille!Ora sono davvero una persona più felice!

Postato da Valentina, 30 anni

FANTASTICO!!!

Postato da Chiara, 25 anni

l'ho detto in 3 giorni;l'ho trovato molto bello e interessante.dice molte cose vere!!! ho sottolineato molte frasi che mi sembravano significative e penso che lo rileggerò sicuramente.

Postato da Sabry, 34 anni

........l'ho letto e riletto....assaporando ogni parola.....è stato come accarezzarmi e schiaffeggiarmi !!...tutto ciò che vivo in questo periodo della mia vita è scritto in questo meraviglioso "vademecum sentimentale".....!!!grazie Paolo

Postato da Elisa, 38 anni

dolci e "crudeli" parole ..che scuotono l'animo...che lo rendono consapevole che le passioni, le senzazioni,le emozioni lo rendono così vulnerabie quanto così forte e... consapevoLe i di essere straordinariamente... portato solo x DESIDERARE-DARE- E RICEVERE L'AMORE...e ke la paura è solo una brutta "fantasia"...

Postato da ileana, 40 anni

L'ho letto tutto d'un fiato e mi sono ritrovata a terminarlo piangendo e pensando a quanto della mia vita ci fosse in ogni argomento.
Un libro splendido e toccante

Postato da Patrizia, 45 anni

Questo è il primo libro che ho letto di Paolo Crepet.
Non ho letto il libro tutto d'un fiato, ma lentamente.
Ho immaginoto che il signor Crepet lo avesse scritto per far riflettere sull'argomento.
Bene, se questo era il suo intento, con me c'è riuscito.
Grazie.

Postato da Enrico, 21 anni

sono rimasto con la lacrima sugli occhi quando ho finito di leggere, sono le parole che sempre mi sono sognato che mi dicessero i miei genitori. Ora senza la donna di cui sono innamorato, continuo a vagare in questo nulla superficiale, e con la voglia di vivere muoio lentamente. Ho capito cosè la more, ma per carità non chiedetemi di descriverlo.
Vorrei poter avere una conversazione con il sig. paolocrepet, per esporre il mio probblema.
vi auguro a tutti di provare amore prima di tutto verso voi stessi.

Postato da Fortuna, 32 anni

Mi hanno regalato il libro per Natale...non La conoscevo come autore....si legge d'un fiato e mi ritrovo in diverse cose... bello

Postato da Gianluca, 29 anni

Nessun commento in particolare...grazie Paolo.?

Postato da Federica, 34 anni

Crepet sei sempre bravo. E sei pure affascinante come uomo...diciamolo.

Postato da Isabella, 37 anni

fantastico: semplice,esauriente,incredibilmente poco banale...nonostate il tema dell'argomento...da leggere per ritrovare se stessi,riflettere e mettere un po' più i piedi per terra...perchè qundo si tratta d'amore sembra che tutto sia giustificato...

Postato da andrea, 35 anni

Grande libro! Grande Paolo !

Postato da Serena, 37 anni

dopo aver divorato questo libro mi sono chiesta "è giusto sacrificare l'amore della tua vita per il bene dei figli?" Un libro che mi ha toccato profondamente e che sicuramente mi ha dato delle conferme in quello che ho fatto due anni fa.....libro che sicuramente regalerò all'amore della mia vita....Silvia.

Postato da rosi, 45 anni

mi è piaciuto, mi ha dato alcuni spunti ma mi ha lasciato anche tanti dubbi. E' vero che a volte avere dei riferimenti rispetto al punto dove ci si trova, specialmente nella nebulosa situazione dei legami affettivi, può aiutare. Una volta scoperto il punto in cui ci si trova e quello dove si vorrebbe andare rimane comunque la difficoltà di come arrivarci, vorremmo tutti essere migliori ma se non ci riusciamo una ragione ci sarà.... Una nota psicologa un giorno ha detto nel corso di una formazione: è inutile che dite alle mamme dei bambini abbandonici negli istituti come si fa ad essere delle buone madri e quali sono i benefici di esserlo, lo sanno benissimo. E' che non ci riescono...

Postato da Andrea, 40 anni

Il libro l'ho letto con molta attenzione perchè la vita mi ha portato a conoscere sentimenti e contrasti interiori molto forti e cercavo parole che potessero descrivere quel che sentivo, e tutti sappiamo quanto difficile sia tramutare un sentimento in parole...il libro c'è riuscito benissimo.

Postato da anna?, 23 anni

ho letto,o meglio,ho studiato il libro in pochissimo tempo...gia' il titolo e la copertina mi hanno colpito e poi,non appena ho cominciato a leggere ho subito capito di aver trovato cio' che stavo cercando...ho trovato la conferma al mio modo di pensare e di vivere l'amore.L'ho consigliato ad una persona speciale per me,spero che leggendolo riuscira' a venire a capo della sua infelicita' e che abbia il coraggio di affrontare la situazione.

Postato da MARY, 54 anni

Sto leggendo il libro, è un aiuto prezioso per vivere la vita in modo pieno e consapevole. Mi fa stare bene, è avvolgente mi accarezza, ma allo stesso tempo mi fa crescere e credere in me. Grazie!

Postato da Monica, 34 anni

io sto leggendo il libro, vorrei fosse un augurio per me ....per il mio futuro...auguri a tutti allora. ciao

Postato da aldo, 53 anni

purtroppo la gelosia è una serpe ,chi la possiede porterà prima o poi alla distruzione del rapporto ,questo vedo in quelle prime pagine che parlano della gelosia

Postato da sarah, 19 anni

mi è stato regalato da una mia amica, compagna di corso alla facoltà di psicologia,per natale....appena ho scartato il regalo e l'ho visto ho pensato"cavolo,è arrivato proprio nel momento giusto.."stavo leggendo 1 altro libro e l'ho abbandonato momentaneamente x tuffarmi in qst...ho fatto bene xkè è diventata praticamente 1 guida spirituale...proprio in qst periodo in cui sto cercando di lasciarmi andare ai sentimenti,ke sto cercando quel coraggio di vivere sentendo(ci si ostina a capire mentre si dovrebbe cominciare a sentire),lasciando da parte la mia onnipresente razionalità nemica giurata dell'amore...ma quanto è difficile??davvero....è proprio difficile

Postato da uccio70, 36 anni

l'introduzione al libro mi ha fatto vedere un'immagine molto bella della vita,
lo stare in macchina,ascoltare musica e attraversare un bel viale,e un immagine che da un senso di tranquillita,la voce dello speaker anche quella aiuta...
io penso che in molti ci sentiamo soli ..
senza un innamorato oun innamorata, pur vivendo in mezzo a tante altre persone e pur avendo un occupazione in cui ci impegnamo quotidianamente...
la solitudine crea anche isolamento e l'isolamento anche la diffidenza...
perche persone nostre vicine a volte sembrano cosi distanti...

Postato da stefy65, 41 anni

ho acquistato il libro il primo giorno in cui è uscito e la sua lettura è stata semplice e appassionante .in due giorni l ho terminato .ottimo libro sui sentimenti che consiglio a tutti di leggere specie a quelli che pensano di sapere gia tutto ,sull amore ,e su come si possa essere felici dando felicità.bravo paolo hai saputo tradurre le emozioni in parole .

Postato da riccarda, 41 anni

il libro è coinvolgente e fa riflettere su molte cose sui nostri comportamenti quotidiani e possiede la caratteristica di soffermarsi sul serio a domandarsi chi siamo e che cosa realmente desideriamo da noi e dagli altri l'amore èun sentimento cosìprofondo e così difficile complimenti al dott crepet che ha la rara capacità di farsi comprendere da tutti con il suo linguaggio chiaro e schietto condivido a pieno le sue idee la sua concretezza è un libro che invita a riflettere seriamente sul senso della nostra esistenza

Postato da je, 18 anni

Ho conosciuto il Dott. Crepet grazie alla mia prof di psicologia, mi ha consigliato di leggere Voi, noi. Mi è piaciuto molto perchè mi ha fatto riflettere e il linguaggio l'ho trovato chiaro e semplice, così per Natale mi sono fatta regalare l'ultimo suo libro, Sull'amore, beh devo dire che è stato interessantissimo e mi ha posto divronte a molti interrogativi anche perchè ho solo 18 anni e ho molto da imparare sull'amore. Adesso visto il mio indirizzo di studi leggerò Non siamo capaci di ascoltarli, spero possa imparare altre cose interessanti. Sicuramente dopo le vacanze ringrazierò la mia prof per avermi fatto conoscere i suoi librii, e spero che i consigli letti mi aiutino ad affrontare l'esame di maturità.?

Postato da lucia, 44 anni

Il libro ha scelto me, lettura positiva per tre caratteristichei:
- linguaggio comprensibile ai profani
-riflessiva ( qualche" domandina" ti si accende nel cervello)
-istruttiva ( perchè se sei onesto con te stesso alla domanda ti devi per forza rispondere).Grazie

Postato da floriana, 37 anni

unlibro stupendo che utilizza espressioni che rendono l'idea...un aiuto prezioso per capire e farsi forza, parole bellissime che emozionano grazie

Postato da Carmine, 32 anni

ho letto solo le prime 50 pagine e non vedo l'ora di divorarlo...

Postato da cinzia, 24 anni

semplicemente,vero, reale...ognuno di noi si puo' rispecchiare in questo libro...io, ci ho visto riflesso l'amore dei miei nonni, dei miei genitori...e il mio amore...un manuale, un racconto,comunque,intenso.bellissimo.

Postato da aldo, 53 anni

ci dovrebbero essere dei consigli per riconcigliare un amore in crisi.come cè scritto sul libro l amre non finisce se è esistito davvero.e credo in questo.Si possono buttare al vento 11 anni di matrimonio di vero e grande amore solo per dei letigi sorti quasi all improvviso delle incomprensioni o parole dette in momenti di rabbia? no. ma bisogna essere umili e essere aiutati e consigliati.Cè qualcuno che dopo la separazione si è riconciliato,e a reso l amore più forte di prima.RISPONDETE grazie

Postato da Stefano, 44 anni

L'amore è qualcosa di personale, nessuno può catalogare questo sentimento. Non ci sono consigli da dare. Va vissuto ognuno con la propria passione e intensità. Non serve uno scrittore che ci dica cosa dobbiamo fare, sappiamo già le risposte. A volte non ci ascoltiamo. La fortuna è provarlo senza se e senza ma.

Postato da Mara, 14 anni

sto finendo il libro in questi giorni. so che forse è un genere un po difficile per la mia età, però sono appassionata al tempo stesso di tutto ciò. sarà perchè anch'io scrivo, e scrivo sullo stesso genere di questo libro. ma c'è una cosa che mi ha maggiormente stupito, spaventato, ma che allo stesso tempo mi ha resa felice e piena di gioria: a un punto, verso la fine (precisamente pag 173) dici che al distacco se non si soffrevuol dire che non abbiamo vissuto internamente. prima di arrivare a questo punto, aveo scritto quelcosa a proposito dei vari significati dell'amore, e.. beh.. il contenuto è lo stesso.. mi sono meravigliata, ma sono contentissima perchè so che le mie idee non sono infondate (data la mia giovane età potevo infatti sbagliarmi.. forse da qualche parte sarà così).. chiusa questa mia partentesi... mi complimento con l'autore che con questo libro, mi ha cresciuta.. tutto ciò che pensavo e non riuscivo a tradurre con parole.. bè.. questo libro mi è davvero servito e ora penso proprio di prendere anche gli altri

Postato da Roberto Repetto, 49 anni

Ho letto il libro quasi tutto d' un fiato. Lo trovo molto concreto e utile. E' un valido aiuto per chiunque nel comprendere meglio la propria vita sentimentale. Ho trovato molti spunti di riflessione per migliorare la mia consapevolezza sulla mia situazione "amorosa". Consiglio vivamente a tutti di leggere questo libro perchè arriva dritto alla tua anima senza passare attraverso mappe mentali fuorvianti. Lo considero un libro fuori dagli schemi comuni e capace di arricchire la vita di ogni persona che si cimenti con le "faccende d' amore" !

Postato da antonio, 45 anni

semplicemente stupendo....

Postato da cinzia, 44 anni

saranno anche cose già dette e ridette, scontate, ma come mai quando in libreria troviamo qualcosa che parla d'amore lo prendiamo e corriamo a leggerlo? tutti cerchiamo delle risposte e se in un libro troviamo anche una sola cosa che sia uno spunto di riflessione allora possiamo già ritenerlo un successo. e di cose su cui riflettere ne ho trovate tante. quindi grazie allo psichiatra i cui interventi ritengo i più intelligenti del panorama televisivo.
e non facciamo paragoni con morelli

Postato da uccio70, 36 anni

non e facile aprirsi e dire cio che si pensa ...tantomeno a scriverlo-
pero ogniqualvolta mi appassiono vedo che questa mia passione scompare rovinosamente...non e facile da spiegare ma quanto mi piaceva il suo"blog",c'erano tante storie, tanta poesia--poi per un po non l'ho piu letto e ora non lo trovo piu...
tornera..
a me piaceva molto e soprattutto riusciva a stupirmi...un saluto affettuoso dott. Crepet

Postato da francesca, 43 anni

Condivido con l'autore ciò che ha espresso nel libro. L'amore è un puro dono e come tale non possiamo far altro che donarlo, ma per essere veramente felici ed appagati dobbiamo trovare qualcuno che sia disposto a contraccambiarlo. Vale la pena di vivere solo per questo.

Postato da Francesca, 21 anni

un libro davvero molto bello, intrigante e appasionante... consiglio a tutti/e di leggerlo :-)

Postato da Federica, 40 anni

continua a scrivere per me ,paolo, e non ti curare di chi non sa capire, di chi non sa provare, di chi non sa ascoltare.

Postato da Cris, 2 anni

è una valida guida per chi è innamorato e/o per chi vuole capire l'amore...

Postato da Federica, 20 anni

OGGI SIAMO PRESI DAL MATERIALISMO E QUINDI DI CONSEGUENZA NN SAPPIAMO COSA SIA IL VERO SIGNIFICATO DELL AMORE...
OGGI PENSANO ALLA QUANTITà PIù KE ALLA QUALITà DEL RAPPORTO...è TROPPO LUNGO DA SPIEGARE IL RAGIONAMENTO MASCHILE SULLE DONNE...

Postato da Teresa, 20 anni

nn sarebbe male insegnare ad amare visto ke oggi *amore o si intende possesso o ci si odia.
nn si ha+ fantasia...idee...stimoli...nn si riesce a rinnovare un vekkio amore o a portare avanti uno nuovo *kè ci si ferma ai primi problemi.
Spero di scrivere un libro anch'io un giorno e poterne parlare cn il dott.CREPET
BUON NATALE A KI AMA E A KI NN SA AMARE!

Postato da Gio, 47 anni

....vorrei tanto esistesse questo mondo di umani capaci di mettere in gioco i propri sentimenti... avrei qualcuno con cui condividere la mia educazione sentimentale....peccato , non vivro' abbastanza per incontrare i miei simili...ma ho ancora i miei sogni...un bacio grande Gio

Postato da Elisa, 20 anni

vorrei aggiungere criticate anche qst libro..SULL AMORE...le critiche vanno fatte e servono a migliorare...ma spero che voi che avete una vita cosi rosea e che sapete tutto sull amore perche io nn credo che in molti riescono a cogliere tutti i lati che lo stesso scrittore CREPET è riuscito a toccare...perche quel libro ti fa entrare dentro le sue parole...
E a chi si è poto la domanda se...l amore di un bambino puo aiutare un adulto...io penso di si...è UNA MIA OPINIONE...ma a volte l amore di un bambino è il piu sincero e piu grande rispetto a tutti gli altri che ci troviamo intorno...

Postato da italo mosca, 39 anni

la mia bibbia, il mio rifugio......

Postato da uccio70, 36 anni

ho finito di leggere il suo libro mi a molto emozionato...
mi e rimasto impresso l'episodio in cui parla della gabbia,di come sia oggi importante l'apparire, lo specchio,e la parte in cui parla delle carezzemi sono piaciute molto anche altre cose,
,io penso che lei abbia un grosso cuore e spesso riesca ad emozionare.io l'ho
conosciuto7anni fa di sfuggita per cui non so com'e di persona pero spesso da buoni consigli(semlici echiari).il libro me l'ha regalato mia mamma visto che conosce il mio innamoramento per lei...

Postato da francesca, 42 anni

Ricominciare da una carezza" per costruire un mondo migliore : questo il suggerimento di Crepet in un eccellente saggio , approfondimento di tematiche già accennate. Imparare a vivere intensamente le proprie emozioni perchè amore non è sinonimo di innamoramento; amare vuol dire ascoltare, amare vuol dire rispettare, amare vuol dire comunicare, amore vuol dire passione,amore vuol dire....Amore non è sinonimo di sesso ed anche un bambino è capace di amare. Ma può l'amore di un bambino curare le ferite di un adulto?

Postato da Federica, 29 anni

Lo sto leggendo e sono alle prime pagine...non ho mai letto nulla di suo, ma fin ora a parte qualche spunto interessante collegato all'analfabetismo affettivo, il resto mi sembra un po' troppo retorico e ripetitivo..Ribadisco comunque che ho letto solo 50 pg...mi riservo di leggerlo tutto e poi, eventualmente, cabiare opinione!

Postato da Elaine, 30 anni

Bellissimo, stupendo. Mi sono emozionata tantissimo.
Leggetelo !!!!!!!!!

Postato da Sera, 31 anni

Ho comprato ieri sera il libro ed ancora non ne ho letto neanche una pagina. Lo farò tra poco. Ieri, così come ha già scritto una lettrice, ero andato in libreria per comprare un libro che mi desse serenità. Oltre a questo, che credo mi aiuterà tantissimo, ne ho comprato un altro: L'alchimista, dsi Coelho. Crepet, Morelli e Coelho sono i miei preferiti!!!
Parlare della Felicità e dell'Amore aiuta a vivere meglio.
Buona lettura a tutti!

Grazie anticipatamente.

Postato da Luce, 30 anni

Sull'amore" mi è stato regalato da un amico pensando di farmi cosa gradita: leggo Crepet da molti anni e la sua capacità di dire ciò che è ovvio facendo credere di aver svelato un mistero mi ha sempre affascinato. Ho letto quel libro e fin dalle prime battute ho tristemente realizzato il "COPIA-INCOLLA" dei fascicoletti di Donna Moderna...stesse parole, senza neanche una rielaborazione, solo un'introduzione poco originale, cambia però la casa editrice...L'ho ascoltata pochi giorni fa in una conferenza, dopo qualche anno che non l'ascoltavo di presenza: ricordavo la fierezza delle sue parole, la pregnanza dei suoi gesti anche quelli più banali che la rendevano così vicina al pubblico da farla sembrare uno di loro e quel suo carisma che mi aveva lasciato dentro l'idea di un eccellente Crepet che non aveva nulla a che fare con quello antipatico,banale e insopportabile della tv. E l'ho rivista adesso: freddo, ripetitivo , distante e incapace di trasmettere alcunchè di vivo. E tutte quelle telecamere alle quali rilasciava interviste per promuovere un libro già letto...per non parlare degli autografi che rilasciava freneticamente: sono stata a fissarla da vicino mentre scriveva il suo nome su tutte quelle copie e ho visto nel suo sguardo un ironico compiacimento falso quanto il suo sorriso.Stavolta non mi ha lasciato nulla da potermi portare a casa, solo l'amara consapevolezza che il mio amico avrebbe potuto regalarmi un altro libro.Temo quando le cose belle finiscono...

Postato da angelo, 33 anni

Bellissimo libro, è la prima volta che leggo un suo libro e devo dire che mi ha molto colpito, sia il suo modo di scrivere che il parlare di certi argomenti, facendo capire a fondo e con semplicità di cosa si sta parlando. Efficienti anche gli esempi che di tanto in tanto fa per far capire meglio la realtà dell'argomento.
Complimenti e soprattutto grazie per aver trattato questi argomenti di cui ormai si aveva perso perfino l'abitudine a parlarne. Buon lavoro, Angelo.

Postato da aldo, 53 anni

ho comperato il libro per la mia compagna che mi ha lasciato dopo dieci anni con una bambina di cinque anni.da una trasmissione in radi lei parlava del libro,ho capito che forse se lo legge capira tante cose sull amore

Postato da angela, 39 anni

Come tutti i suoi libri è bellissimo
Angela

Postato da Stefania, 35 anni

Ho letto il suo libro tutto d'un fiato sabato scorso.
La ringrazio di avermi offerto la possibilità di guardarmi in uno specchio e non vedere più solo dolore e disperazione, ma ottimismo e fiducia in quel mondo incomprensibile e allo stesso tempo chiarissimo che chiamiamo Amore.

Postato da lino, 49 anni

Grazie, il suo libro mi ha aiutato in un momento così doloroso e devastante per la fine di un amore, che sto pian piano riacquistando anche con enorme difficoltà sicurezza e dignità. Grazie di tutto cuore.

Postato da cristina, 32 anni

Giravo in libreria in cerca di qualcosa che mi rassenerasse l'animo e questo libro ha immeidtamente attratto la mia attenzione...L'ho letto in due giorni e mi ha chiarito molti dubbi. Il più importante? " Che dare solo, senza ricevere non è amore, ma beneficenza". Grazie

Postato da elisa, 20 anni

prima di commentare il libro colgo l occasione per dire che ho apprezzato crepet quando pubblico' NN SIAMO CAPACI DI ASCOLTARLI...in quel periodo era il libro piu azzeccato su cio che stavo vivendo io e i miei coetanei...Dp aver letto tutti gli altri posso dire che SULL AMORE...è un libro splendido che nn solo affronta il tema dellamore e dell innamoramento o quant altro ma la cosa piu interessante è come i genitori si pongono di fronte ai figli quando si trovano in quella fase detta di innamoramento...e la frase che piu mha colpito è quando dice CHE è FACILE CHIEDERE DOVE SEI STATO A CHE ORA TORNI O CHE ALTRO...E MAI COME SEI STATO!!!!
complimenti trovo il libro molto realista...

Postato da Ghigo81, 25 anni

ho letto" i figli non crescono più" e sono rimasto molto soddisfatto...andrò sicuramente a prendere questo nuovo libro in uscita il 21 novembre!!!
Bravo Paolo Crepet!!!!!

p.s che ridere poi quando Crozza l'ha invitata nella sua trasmissione...Troppo simpatico!!!Oltre a essere bravo è pure ironico

Postato da klaudia, 54 anni

............prendere e dare delle lezione d'amore !!!!!!

AUGURI con immenso affetto

Inserisci il tuo commento
Nome
Età (Solo numeri)
Commento
Codice CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine
© 2017 - Paolo Crepet - P.Iva 09729590589
Sito realizzato da Punto Triplo Srl e Rizomedia Srl - Photo © Leonardo Céndamo