Paolo Crepet

Home page | I miei libri | Pagina corrente: Non mi chiedere di...
I miei libri

Non mi chiedere di più

Non mi chiedere di più
Acquista il libro onlineBarney Narrazioni, 2014

Un uomo. Una donna. Un mistero. Un grido che viene da lontano.
Prefazione 
Un uomo enigmatico. Una donna sola, ostinatamente orgogliosa della propria solitudine. Lui è sempre in viaggio. Ogni volta che torna in città, le fa visita. Incontri improvvisi e fugaci, senza alcuna spiegazione. Di quell'uomo lei non sa nemmeno il nome, né che lavoro faccia: il mistero è parte del suo fascino. Un rapporto che non esige impegno né approfondimento. Entrambi preferiscono non farsi domande. Fino al giorno in cui lui le propone di trascorrere insieme un week-end in una casa al mare. Una volta giunti in quel luogo, sulla spiaggia, i segreti vengono a galla come spinti da un'improvvisa mareggiata. A unirli c'è qualcosa di sconvolgente che affonda nel loro passato marchiandoli per sempre, qualcosa che assomiglia al rapporto tra vittima e carnefice. Intorno a loro tutto precipita.
▾ Commenti (6)
Postato da lucia, 53 anni

un bel libro.rende molto bene l'idea che il proprio orrore non rielaborato puo' portare all'incontro di un altro orrore.Ci vuole molto coraggio affinche' dalla consapevolezza fiorisca l'amore di se' e del prossimo.

Postato da LISA, 43 anni

non riesco a capire come si possa pubblicare un racconto come questo, dire banale sarebbe un complimento! totalmente senza senso, non lascia nessuna emozione, nessun coinvolgimento. una perdita di tempo leggerlo e una perdita di denaro l'averlo acquistato.

Postato da DANA, 45 anni

mi piace

Postato da ANNA, 56 anni

E' UN LIBRO CRUDELE , I PROTAGONISTI SONO DUE INDIVIDUI POCO FORTUNATI, MAGARI DOTATI DI MOLTO TALENTO , MA DESTINATI AD ETERNA SOFFERENZA . COME HA FATTO P. CREPET HA SCRIVERE DI TANTO ORRORE, SOLO CHI NON HA VISSUTO IN PRIMA PERSONA TALI TRAGEDIE , RIESCE A SCRIVERE UN LIBRO COME QUESTO, RIUSCENDO A METTERE LA TESTA SUL CUSCINO LA SERA E FARE SOGNI SERENI .

Postato da Francesca, 49 anni

Un Crepet insolito per un racconto che si legge tutto in un fiato scritto con un linguaggio molto trendy ma che far emergere alcuna emozione dei protagonisti ne riesce a suscitarne nel lettore. Noi lettori affezionati siamo abituati a ben altro...,,.

Postato da Consuelo, 41 anni

Si legge in un attimo, ma ti cattura la mente. Scorre velocemente e quando giri l'ultima pagina non ti chiedi se ti è piaciuto o meno perché i tuoi pensieri si mettono in moto, come succede sempre con i suoi libri...come succede sempre con chi, usando la parola giusta, ti fa fare viaggi interminabili. Bello o brutto? Giusto o sbagliato? No, niente di tutto questo, c'è in questo libro qualcosa da sapere...anche nel mistero!

Inserisci il tuo commento
Nome
Età (Solo numeri)
Commento
Codice CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine
© 2015 - Paolo Crepet - P.Iva 09729590589
Sito realizzato da Punto Triplo Srl e Rizomedia Srl - Photo © Leonardo Céndamo