Paolo Crepet

Home page | I miei libri | Pagina corrente: L'autorità perduta
I miei libri

L'autorità perduta

L
Einaudi Stile Libero Extra, 2015Acquista il libro online

Il coraggio che i figli ci chiedono.
«Dire no è difficile, soprattutto quando ci si deve mettere contro l'arreso senso comune di tanti genitori, quando si intuisce che occorre affrontare battaglie campali, reazioni isteriche, interminabili silenzi. Eppure fa tutto parte del magnifico mestiere di educare».

Prefazione
Bambini maleducati, adolescenti senza regole, ragazzi ubriachi e indifferenti, giovani senza occupazione che, invece di prendere in mano la propria vita, vegetano senza studiare né lavorare. Genitori che si lamentano di una generazione arresa e senza passioni, che sembra aver perso anche la capacità di stupirsi.
Ma ad arrendersi per primi sono stati proprio i genitori, che con la loro accondiscendenza hanno sottratto ai figli l'essenziale, ossia il desiderio, salvaguardando un quotidiano quieto vivere privo di emozioni e ambizioni dove rimbomba soltanto l'elenco delle lamentele contro la società e la politica. Come se questo mondo non l'avessero creato proprio loro. Un pamphlet severo ma anche pieno di speranza, con cui Crepet ribadisce tenacemente che educare significa soprattutto preparare le nuove generazioni alle difficili, ma anche stimolanti, sfide del futuro.
▾ Commenti (2)
Postato da Gaetano, 73 anni

Non ho letto il libro.Vorrei porre una domanda al dottor Crepe: ha mai affrontato il problema dei genitori traditi dai figli/o ai quali era stata data fiducia nello studio non portato a termine, nel lavoro in proprio e nei rapporti di famiglia e poi si manifestata in tutta la sua crudezza con inadempimenti e bugie. troppa disponibilita, troppa fiducia o troppa stupidità del genitore a non capire. c'è un suo libro che affronta i problemi dei genitori su questi argomenti? Grazie Gaetano.Il dott.Crepe fa visite private è diventato?

Postato da Viki, 51 anni

Leggere questo libro di Crepet da genitori è insieme tragico, emozionante e divertente. Te lo trovi subito davanti, con le sue esperienze di vita (da quanto traspare tra le righe, più vittorie che sconfitte), imperioso ma pronto a darti una mano se vuoi tirare fuori qualcosa di nuovo, qualcosa che ti fa paura. Non è solo il coraggio di educare, è prima di tutto il coraggio di autoeducarsi per poter credere di essere capaci di impartire un'educazione a qualcuno, di aver qualcosa di importante da dare ai propri figli. Non sarà lui il depositario del coraggio, però in questo libro simboleggia la sfida del cambiamento, quindi, piaccia o no, si può dire che c'è un po' di Crepet dentro ciascuno di noi, basta volersi confrontare con questa parte "scomoda". Tra genitori elicottero, genitori pompiere, genitori bancomat, genitori catering e simili, manca la categoria dei genitori lettori: è vero, siamo inadeguati, però, di fonte ai nostri errori visti allo specchio, prima ci ridiamo sopra e poi cerchiamo di crescere anche noi.

Inserisci il tuo commento
Nome
Età (Solo numeri)
Commento
Codice CAPTCHA
Inserisci i caratteri presenti nell'immagine
© 2017 - Paolo Crepet - P.Iva 09729590589
Sito realizzato da Punto Triplo Srl e Rizomedia Srl - Photo © Leonardo Céndamo